Sott’acqua per salvare l’habitat delle Brioni

Il PN organizza un corso per istruttori sub per la raccolta di dati scientifici

Nell’ambito del progetto MPA Engage, i dipendenti del PN delle Brioni, con il supporto dei partner italiani PADI e DAN, effettueranno un corso per istruttori di immersione per la raccolta di dati scientifici nelle acque dell’arcipelago. Il corso prevede lezioni online e lavoro pratico. Quest’ultimo si svolgerà oggi e domani e vi prenderanno parte dieci istruttori di immersione di sette Club e Centri. Il Parco nazionale delle Brioni è per quanto riguarda la biodiversità una vera e propria oasi, nella quale gli organismi hanno trovato un habitat quanto mai adatto. Da qui l’imperativo per il Parco nazionale di avere cura dell’habitat e delle specie che vi abitano, importanti per l’Adriatico e per l’intero Mediterraneo.

 

I sommozzatori sono i primi a verificare eventuali modifiche nei fondali e nell’ecosistema in genere, situazioni queste causate dai cambiamenti climatici. Quindi, scienziati, sommozzatori e dipendenti del PN sono chiamati a intervenire, a sforzi congiunti, nella tutela della natura. Del resto, sono pure i primi a potere intervenire anche con attività atte a prevenire eventuali incidenti o cambiamenti.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.