Protesi Challenger per fare sport

Il Lions club di Pola ha fatto una gradita donazione al 45.enne concittadino Mirsad Taletović

Mirsad Taletović con la nuova protesi

È nei tempi più difficili che viene fuori il meglio della gente. Lo sta a dimostrare anche una recente iniziativa umanitaria promossa dalla sezione polese del Lions club, che in meno di un mese è riuscito a raccogliere il denaro necessario per l’acquisto di una protesi ortopedica destinata al 45.enne concittadino Mirsad Taletović, che è rimasto senza una gamba. Taletović, lo ricorderemo, da anni praticava l’atletica e la maratona. Purtroppo, in seguito a un infortunio successo in allenamento – diverse fratture alla caviglia sinistra – ha avuto delle gravissime complicazioni dovute a un’infezione. Tanto che i medici, facendo di tutto per salvargli l’arto, alla fino hanno dovuto amputarlo. Ora Taletović usufruisce della protesi Challenger, prodotta su misura dall’azienda Ottobock e quindi oltre a camminare potrà praticare anche lo sport. L’atleta, visibilmente emozionato, ha ricevuto in consegna l’accessorio ortopedico nei giorni scorsi.

 

“Adesso sarà assai più facile dedicarmi alle attività pianificate. Darò tutto me stesso e mi impegnerò nella riabilitazione per ridurre al minimo il proprio handicap”. Il cammino per ritornare alla consuetudine comunque sarà ancora lungo, ci vorranno ancora molte sedute riabilitative con la fisioterapista Vesna Kolar, dell’Istituto sanitario polese “Zlatne ruke (Mani d’oro)”, che tra l’altro ha promosso quest’iniziativa umanitaria dopo averlo avuto in cura.

“Questa protesi – ha puntualizzato la Kolar –, consente alle persone un’elevata stabilità e mobilità, fattori questi che sono di fondamentale importanza per Mirsad, voglioso di continuare a dedicarsi alle attività sportive. Quest’accessorio ortopedico ammortizza la camminata alleggerendo lo sforzo delle articolazioni. Con questa protesi Taletović e la riabilitazione potrà praticare nuovamente lo sport”, ha puntualizzato la fisioterapista. Va detto infine che l’accessorio ortopedico prodotto dalla Ottobock viene a costare 35mila kune.

Facebook Commenti