Pola. Ricordato il sacrificio di Mariani, Lussi e Salgari

0
Pola. Ricordato il sacrificio  di Mariani, Lussi e Salgari

Il 3 gennaio 1947, in seguito a uno scontro con la Polizia del governo miliare alleato, dopo una manifestazione operaia di protesta promossa dall’Unione antifascista italo-slava per impedire che gli impianti del mulino di Pola venissero smantellati e portati in Italia, morirono tre manifestanti i cui nomi sono oggi scolpiti sul monumento commemorativo all’entrate dell’attuale “Brionka”. Si tratta di Lino Mariani, Mario Lussi e Antonio Salgari. Oggi, come del resto il 3 gennaio di ogni anno, una folta delegazione delle associazioni degli antifascisti di Pola, si è data appuntamento dinanzi al monumento di via Trieste per rendere omaggio e ricordare le tre vittime della rivolta operaia, soffocata nel sangue dalle forze dell’ordine. Alla cerimonia hanno partecipato non soltanto gli antifascisti, ma anche il vicesindaco di Pola in quota CNI, Bruno Cergnul, la presidente del Consiglio cittadino, Dušica Radojčić, la presidente del Sindacato dell’Istria, del Quarnero e della Dalmazia, Marina Cvitić e i familiari delle vittime.

Il monumento dedicato a Mariani, Lussi e Salgari

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display