Pola. Parcheggi, spunta l’opzione autosilo in via Sissano

Pochi posti auto vicino all’Ospedale

Ospedale, da parcheggio ad autosilo: la necessità aguzza l’ingegno

Il consigliere del Partito istriano dei pensionati e alleato dell’SDP, Radenko Ognjenović, è tornato a scongiurare il pagamento del parcheggio in via Sissano, al fianco del nuovo edificio dell’ospedale. E il sindaco Boris Miletić è tornato a rispondergli da capo (come ha sempre fatto da un paio d’anni in qua) che “mai finora è stato riscosso un centesimo da quel parcheggio” anche se tutti sono sempre lì ad accusare il primo cittadino di voler fare affari sui malati e i degenti. Ora, però, è venuto fuori un secondo problema in riferimento al parcheggio di via Sissano: anche esteso così com’è, si sta dimostrando semplicemente troppo piccolo per soddisfare il fabbisogno dei cittadini nelle zone sempre più battute di San Michele, Grega e Castagner. Questa, dunque, l’opinione del sindaco in materia: “I parcheggi si pagano per mettere ordine nel traffico e non per dare alla Pula parking l’opportunità di fare soldi. Quanto al parcheggio dell’ospedale, Pola ha generosamente elargito 17 milioni di kune in terreni e infrastrutture affinché la costruzione dell’ospedale abbia inizio senza intoppi. A questo punto il parcheggio è di proprietà dell’ospedale e quindi di competenza della Regione e non della Città di Pola. Ma siccome la struttura gravita intorno al centro città abbiamo proposto alle autorità regionali di sostituire l’attuale parcheggio con un autosilo a tre livelli, da coprire con pannelli fotovoltaici per aumentare l’autonomia energetica del nosocomio. E poi che tipo di regime di pagamento avremo un giorno quando ci sarà l’autosilo, questo dipenderà anche dal flusso dei pazienti e del numero dei medici che lavoreranno nella struttura”, ha concluso il sindaco.

Facebook Commenti