Pola. L’inverno in riva al mare

L’Arena Hospitality Group ha deciso di adattarsi alle nuove condizioni di mercato e tenere aperte anche durante la bassa stagione le porte di due dei suoi 6 campeggi: l’Arena nella penisola di Stoia e l’Arena Grand Kažela di Medolino.

Un’immagine suggestiva del campeggio di Stoia

Una delle caratteristiche del settore turistico è la sua stagionalità, ovvero la concentrazione dei flussi in determinati periodi che, però, spesso rappresenta un problema per la destinazione e le strutture stesse. Questa concentrazione può essere gestita attraverso politiche di destagionalizzazione turistica che consentano la ridistribuzione dei flussi su periodi diversi o più lunghi. Questo non significa di certo proporre a qualcuno, ad esempio una famiglia, che vuole andare al mare in luglio o in agosto, di andarci a novembre oppure a dicembre, bensì costruire un’offerta per attirare flussi con altre motivazioni in altri periodi e non vivere un’unica stagionalità. Proprio a questo punta l’Arena Hospitality Group, che ha quindi deciso di adattarsi alle nuove condizioni di mercato e tenere aperte tutto l’anno le porte di due dei suoi campeggi: il campeggio Arena di Stoia a Pola e il recentemente rinnovato campeggio Arena Grand Kažela di Medolino.

Una destinazione ideale
“L’abbondanza di giornate soleggiate e il clima mediterraneo mite fanno del sud dell’Istria una destinazione ideale per il campeggio durante tutto l’anno” così i vertici del Gruppo, i quali evidenziano ancora che sia i due campeggi che le due destinazioni (Pola e Medolino) offrono agli ospiti una miriade di servizi, dalle attività sportive e ricreative alla natura intatta, al ricco patrimonio storico e culturale e ai sapori tipici della cucina tradizionale dell’Istria. “All’inizio di questa stagione piena di sfide, al termine del lockdown e della quarantena più massiccia che il mondo abbia mai visto, abbiamo registrato una crescita della domanda dei vacanzieri per i campeggi. Crediamo che questa tipologia di alloggio continuerà a essere la più richiesta anche nel periodo a venire”, fanno sapere i responsabili dell’AHG, aggiungendo che i loro ospiti (provenienti soprattutto dalle grandi città) sentono sempre più la necessità di fuggire dai centri urbani di residenza per rifugiarsi immersi nella natura (perché no in quella dei campeggio dell’Arena Hospitality Group) e trascorrere qualche giorno o forse più in totale relax, lontani dal solito tram tram quotidiano. Ora, grazie all’iniziativa dell’AGH possono farlo anche quest’autunno, quest’inverno e la prossima primavera.

Ciclismo e windsurfing
L’AGH, oltre a tenere aperti i suoi due villaggi turistici, ha anche ampliato la sua offerta, garantendo così agli ospiti una vacanza confortevole e di altissima qualità anche nei periodi autunnale e invernale. Oltre ai servizi tradizionali ed essenziali, come la corrente elettrica nelle piazzole del campeggio di Stoia e la corrente elettrica e l’acqua corrente nelle piazzole del campeggio Arena Grand Kažela, gli ospiti avranno a disposizione anche servizi igienici riscaldati, la reception sempre aperta, un caffè bar e un ristorante disponibili all’interno di entrambe le strutture, dalle quali poter poi partire alla scoperta di Pola e dell’Istria, magari – complici le tante giornate di sole e il clima mite – in bicicletta. Sarà inoltre possibile praticare il windsurf e tante altre attività sportivo ricreative all’aria aperta, che l’AGH si impegnerà a organizzare per i suoi ospiti. Come sottolineato in precedenza, l’obiettivo dell’Arena Hospitality Group è quello di promuovere il turismo in Istria durante tutto l’anno. Un fine che l’AGH si è imposta di raggiungere in collaborazione con gli enti per il turismo del principale centro urbano dell’Istria e di Medolino. “D’altronde, l’esperienza più autentica dell’Istria la si può vivere soprattutto in autunno e in inverno, quando i nostri ospiti potranno magari partecipare alla raccolta delle olive, oppure visitare, a novembre, qualche sagra del vino”, sottolineano i responsabili del colosso polese del turismo, che non dimenticano di ricordare che il Parco Nazionale delle Isole Brioni può essere visitato praticamente durante tutto l’anno, così come tutto l’anno è possibile passeggiare lungo i tantissimi sentieri e percorsi educativi dell’Area naturale protetta di Capo Promontore. Insomma, i motivi per visitare il sud dell’Istria lontano dalla stagione estiva non mancano di certo.

Facebook Commenti