Pola. Ex Idroscalo, una spiaggia… milionaria

Dusko Marusic/PIXSELL

Agli 11,7 milioni di kune già spesi per la bonifica del territorio dell’ex Idroscalo e la costruzione ex novo di una spiaggia pubblica super attrezzata e accessibile ai portatori di handicap, vanno ora ad aggiungersi le 480.000 kune che la Città di Pola si è guadagnata al bando per l’assegnazione degli incentivi statali per le infrastrutture turistiche pubbliche, incentivi stanziati dal Fondo per lo sviluppo turistico del Ministero del turismo. “La spiaggia dell’ex Idroscalo è stata per lunghi anni una costa poco accessibile e per nulla attraente, frequentata da pochissimi bagnanti, generalmente locali. Negli ultimi tre anni la spiaggia è oggetto di continui investimenti e oggi è di fatto una delle meglio attrezzate e più accoglienti spiagge del territorio urbano. La molteplicità delle strutture e dei servizi, e soprattutto l’idoneità alla frequentazione dei portatori di handicap, sono solo alcuni dei suoi punti di maggiore attrattiva. Finora nella costa dell’Idroscalo sono stati investiti ben 11,7 milioni di kune, di cui 8,6 milioni erogati direttamente dalle casse municipali. Il resto è stato attinto al fondo ministeriale. Nel Bilancio di previsione per il 2019 abbiamo riservato altri 3 milioni di kune per la quarta e ultima fase dei lavori che servirà a completare e concludere l’opera”, ha dichiarato in proposito il sindaco Boris Miletić.
Nell’anno a venire, nel cantiere dell’ex Idroscalo proseguiranno pertanto i lavori di costruzione dei sentieri pedonali che verranno collegati in una rete estesa dalla periferia al centro della spiaggia, percorsi finalizzati a rendere più facile e comodo lo spostamento dei bagnanti tra il mare e i vari servizi. Inoltre la spiaggia sarà dotata di nuovi arredi urbani e sarà potenziata la rete della pubblica illuminazione. Questa fase include anche la costruzione delle fondamenta e la precedente posa degli impianti elettrici e idrici indispensabili per poter accogliere i futuri chioschi, bar e altri esercizi commerciali di interesse pubblico.
I pali della pubblica illuminazione, manco a dirlo, saranno “smart” ovvero intelligenti e quindi anche ecologici, nel senso che i fari LED ridurranno la potenza e quindi la quantità di luce emessa nelle ore notturne di scarsa frequentazione della spiaggia. Sono in piano di costruzione anche alcuni servizi igienici e parcheggi per biciclette, ma anche la sistemazione di cassonetti e cestini per i rifiuti rigorosamente differenziati. Le aree verdi saranno dotate di impianti di irrigazione autocomandati.

Facebook Commenti