Pola. Dall’inizio dell’anno 4.715 infrazioni

Traffico nel Polese. Il bilancio di tre mesi e mezzo è di quattro morti, 9 feriti gravi e 36 leggeri

Un incidente all’incrocio tra le vie Zagabria e Stanković, uno dei punti critici in città

La Polstrada polese ritorna in campo quest’oggi dalle ore 7,30 alle 11,30, per promuovere l’azione preventiva denominata “Rallenta – nel traffico non sei da solo”, finalizzata in primo luogo al controllo del rispetto dei limiti di velocità dei conducenti. L’iniziativa rientra nel programma del ROADPOL, una rete di collaborazione tra le Polizie statali sotto l’egida dell’Unione europea, e sarà ripetuta domani (21 aprile), quando sarà messa in atto un’azione preventivo – repressiva della durata di 24 ore.

 

La Stradale polese ha voluto ricordare che dall’inizio dell’anno sino a domenica scorsa nel circondario sono avvenuti 130 incidenti, il che rappresenta un aumento del 65,2 p.c. rispetto allo stesso periodo del 2010. Va comunque detto che nei mesi di marzo e aprile dell’anno scorso in un certo periodo era vietato abbandonare il proprio Comune o Città di residenza a causa delle misure per combattere il coronavirus per cui in parte l’aumento è dovuto a questo fattore.

Nei 110 incidenti di quest’anno si contano 4 decessi: in tre casi i conducenti non avevano allacciato la cintura di sicurezza. Nel quarto caso l’automobilista deceduto si trovava al volante in stato d’ebbrezza. Inoltre, 9 persone sono rimaste ferite gravemente e 36 in modo leggero. Nel succitato periodo la Polizia ha evidenziato 4.715 trasgressioni, di cui 1.832 dovute alla velocità sostenuta, il che equivale a una crescita del 139 p.c. in confronto all’anno scorso. Durante l’azione odierna le forze dell’ordine allestiranno degli info point presso gli istituti scolastici e quelli per l’assistenza agli anziani, dove tra l’altro sarà installata l’attrezzatura per il rilevamento della velocità.

I conducenti colti in fallo saranno ammoniti verbalmente e invitati a rispettare le norme del Codice stradale, in questa circostanza i limiti di velocità nonché ad adeguare la stessa attenendosi alle condizioni del manto stradale e alle condizioni meteo.

Facebook Commenti