Luka Planinac tra le eccellenze

L’ex alunno della «Martinuzzi» è uno dei 17 licenziati a pieni voti al termine dello scorso anno scolastico

Il gruppo dei premiati con le autorità cittadine

Pola munifica gli scolari che studiano. Coloro che hanno ultimato le ottave classi ottenendo ottimi voti e successi scolastici ed extrascolastici non sono certo passati inosservati, tanto più quando si parla della generazione uscita dalle ottennali nello sfortunato anno del Covid, della scuola sperimentale, caratterizzata dall’anomalo secondo semestre superato con lezioni e verifiche online, lontani dalle aule e dai propri insegnanti. Per l’onere aggiuntivo imposto, al successo riscontrato da tutti loro si è voluto aggiungere una gratifica supplementare, che funga da incoraggiamento per il proseguimento degli studi a livello di formazione media-superiore o liceale. Ieri pomeriggio, negli ambienti della Comunità degli Italiani di Pola 17 licenziati a pieni voti dalla Scuole elementari di Pola, nell’anno scolastico 2019/2020, sono stati ricevuti dal vicesindaco Elena Puh Belci, affiancata per l’occasione da Elvira Krizmanić Marjanović, assessore cittadino alle Attività sociali, e Aleksandar Matić, in rappresentanza dell’Ufficio cittadino. Ai ragazzi i complimenti per l’ottimo profitto e la buona condotta dimostrati nel corso di tutti e otto gli anni d’istruzione elementare e un premio oltremodo utile: zainetto di qualità con inseriti dentro laptop, USB, notes, smartwatch e bottiglia termos.

Una gratifica per quanto fatto
Tra gli insigniti c’è anche Luka Planinac, ora ex alunno dell’elementare italiana “Giuseppina Martinuzzi“, accompagnato dalla direttrice dell’istituzione, Susanna Cerlon. “Sono contento. È una gratifica per otto anni superati con l’ottimo e la partecipazione a gare di sapere in matematica e sportive di atletica. Adesso ho iscritto il liceo generale alla ‘Dante Alighieri’. All’inizio ero indeciso se optare per quello croato, ma l’SMSI, offre di certo una maggiore opportunità di conoscenza linguistica e anche i miei coetanei si sono iscritti al medesimo indirizzo. Per adesso va tutto bene. Le verifiche sono già iniziate e posso dire di avere già ottenuto buoni voti. La mia materia preferita è comunque la ginnastica, ma mi piace anche matematica. Credo che nel futuro sceglierò studi di ingegneria”. Auguri.

Luka Planinac e Susanna Cerlon

Città orgogliosa di questi studenti
Certo è che l’impegno nello studio non è quantificabile in misura di requisiti più che pratici, ma la Città con questo ha voluto dedicare attenzione e dirsi orgogliosa di questi studenti ora avviati alla formazione media superiore, in un nuovo anno scolastico ancora incerto in quanto a crisi dettata dalla situazione epidemica. Le congratulazioni espresse dal vicesindaco si sono estese anche ai loro insegnanti e ai dirigenti scolastici presenti che li hanno seguiti durante otto anni di formazione didattica. Immancabile l’augurio di raggiungere ulteriori traguardi futuri a scuola e nella vita. La consegna ufficiale dei riconoscimenti è trascorsa all’insegna di una piacevole conversazione: “Quale scuola hai iscritto? É proprio quello che volevi? Frequenti la media-superiore di medicina? Bene, non resta che attendere l’ultimazione del nuovo bell’edificio di Pola. È facile al ginnasio? Avete mantenuto le amicizie fatte alle ottennali?

Facebook Commenti