Lavori d’ampliamento al cimitero di Promontore

Il più grande camposanto del Comune di Medolino otterrà 59 nuovi posti di sepoltura. Costo dell’opera 483mila kune

Un cimitero con vista sul mare

Con l’inizio del nuovo anno, il Comune di Medolino ha avviato la realizzazione di un nuovo grande progetto infrastrutturale. Si parla del decollo della prima parte di lavori previsti nell’ambito della seconda fase d’ampliamento del cimitero di Promontore, che è il campo sepolcrale più esteso di tutto il territorio comunale ed è in funzione degli abitanti di Promontore, ma anche di Bagnole, Vincural e Vintian. Come segnalato dal direttore dell’impresa comunale “Albanež”, Edo Krajcar, l’area cimiteriale quasi affacciata al mare, guadagnerà ulteriori 59 nove posti di sepoltura in campo d’inumazione e, in questo momento, l’impresa dell’adeguamento infrastrutturale del terreno viene dettata dall’urgenza estrema. Dei tre campisanti del Medolinese, in confronto con quelli di Pomer e di Santa Croce, a Medolino, il cimitero di Promontore presentava la situazione più critica tanto che da parecchio tempo non c’erano più posti disponibili per le sepolture. Con quest’investimento del valore pari a 483mila kune (IVA esclusa) si potrà venire nuovamente incontro alle necessità della popolazione locale. L’appalto dei lavori è affidato alla ditta Zanitel che, stando ai termini contrattuali dovrebbe ultimare l’opera entro la fine di febbraio, ammesso che le condizioni meteorologiche lo permettano. Il costo delle tombe che verranno poste in vendita ammonterà a 15.900 kune. L’unica disponibilità di sepoltura a Promontore è tuttora rappresentata dalle nicchie ancora acquistabili al costo di 5.800 kune. Un tanto per quanto concerne la prima parte della seconda fase d’intervento infrastrutturale, mentre l’avvio della seconda manovra d’ampliamento dipenderà dalla disponibilità finanziaria del Comune, legata alla situazione economica sulla quale influisce l’emergenza epidemico-sanitaria.

 

Si ricorderà, che oltre ai lavori al cimitero di Promontore, il Comune di Medolino è pronto ad avviare pure un vistoso ampliamento della sua area cimiteriale di Santa Croce, per un investimento nell’ordine di 3 milioni di kune. L’inizio è programmato alla fine di febbraio, contando sul fatto che la nuova ala da 1.134 metri quadrati diverrà agibile a ottobre. Nel caso di questo cimitero, il secondo per grandezza nel Comune, sono trascorsi 20 anni dall’ultimo intervento di costruzione inclusivo di una riorganizzazione funzionale. Le soluzioni al problema, anche se non così accentuato come a Promontore, sono le medesime: assicurare sufficienti posti di sepoltura con una buona programmazione cimiteriale e una visione d’insieme che non riporti a una situazione di grave insufficienza dell’area cimiteriale anche nel prossimo futuro. Ormai da tempo, nemmeno a Santa Croce è possibile l’acquisto di posti di sepoltura. Questo progetto d’estensione prevede l’organizzazione di 72 nuovi sepolcri nel campo d’inumazione, di 51 loculi (tombe) e 30 nicchie.

Facebook Commenti