L’asilo italiano Rin Tin Tin non va mai in vacanza

Anche durante il periodo estivo la Scuola d’infanzia ha preparato un fitto calendario di attività da proporre in separata sede assieme alle famiglie dei bimbi

I bambini del Rin Tin Tin in asilo per giocare con i cerchi

Se per le scuole la fine dell’anno scolastico significa totale chiusura dei battenti e vacanza, per l’asilo italiano Rin Rin Tin di Pola, il termine dell’anno pedagogico risulta essere soltanto una formalità. L’attività continua, anzi va intensificandosi all’insegna dell’apprendimento e del divertimento ludico dentro e fuori sede, per la gioia di tutte le sezioni superstiti dopo un lungo periodo fustigato da costrizioni e regole imposte dalla crisi epidemico sanitaria. Tutta colpa del Covid se la scuola d’infanzia ci rimette nuovamente la tradizione. Il tanto atteso appuntamento con lo spettacolo di commiato “Addio ai grandi” sempre ospitato alll’Estivo della Comunità degli Italiani per i bimbi che hanno raggiunto l’età scolare, non ci sarà perché, anche se la situazione è favorevole, la cautela non è mai troppa. In compenso, il Rin Tin Tin ha in serbo un fitto calendario di attività da proporre in separata sede assieme alle famiglie dei bimbi: incontri con i genitori in terrazzo (Sezione Calimero 25 giugno), in giardino (Sezione Delfini 24 giugno, Pulcini 28 giugno, Stelline 29 giugno, Topo Gigio 30 giugno), divertimento a Scoglio dei frati (Sezione Cip&Ciop, 25 giugno e Briciole 29 giugno), festicciole in sede (Bassotti), scorpacciate in pizzeria (Titti, 28 giugno) e gite in barca (Pinguino, 26 giugno).

Un bambino dell’asilo alla scoperta della natura

La valigetta bell’e pronta

”Quest’anno abbiamo assolto i preparativi necessari per accompagnare a scuola 50 bambini, anche se – rivela la dirigente dell’istituzione prescolare, Tamara Brussich – ci mancherà la festicciola collettiva nell’ambiente comunitario che prevedibilmente, tra mamme e papà, fratellini e nonne, avrebbe fatto calamitare una ressa insostenibile. In compenso i nostri prescolari che si apprestano a sedere ai banchi di scuola dal prossimo settembre, riceveranno tutti la valigetta della scuola dell’infanzia con inseriti dentro i requisiti ricordo della bella esperienza vissuta nei soggiorni prescolari e il dizionario di lingua italiana per bimbi, omaggio del Governo italiano, assegnato per il tramite dell’UI-UPT”.

Piccoli… archeologi da cortile

A Stoia il Centro estivo

Fatto questo ci si sposterà al mare. La splendida colonia che il Rin Tin Tin aveva sperimentato con tanto successo allo stabilimento balneare di Stoia, non è stata certo un programma stagionale limitato al 2020, ma avrà continuazione a partire dal 1.mo luglio con nuove proposte ancora più ricche. Il Centro estivo su regia del Rin Tin Tin terrà aperto tutto luglio e agosto con un valore aggiunto: un bel corso di nuoto con insegnanti professionisti dello sport prestati da club natatori polesi, interamente spesato dall’Unione Italiana. Anche stavolta, la permanenza al “bagno degli Italiani” non significherà soltanto mare e sole, ma tanta attività didattica, ludico-creativa, ricerca in natura, giochi sportivi, lettura e riposo sotto i pini, laboratori di ogni genere. “ Il tema progettuale delle attività al centro balneare nell’anno passato – specifica Tamara Brussich – era improntato attorno a Gianni Rodari e alla sua opera letteraria. Per l’estate 2021, l’argomento sarà Dante Alighieri. Il Rin Tin Tin si è incluso nel progetto “IncamminiamoCI – Pola incontra Dante”, avviato alla Comunità degli Italiani di Pola, in occasione del 700.esimo anniversario della morte del padre della lingua italiana, con desiderio di fornire un proprio contributo alle manifestazioni mediante proposte adattate all’età infantile. Le educatrici si sono dette ben disposte ad elaborare l’argomento sia nelle sedi di soggiorno che a Stoia, avvicinando ai bimbi la figura e la vita di Dante. Faranno da base didattica gli albi illustrati, i fumetti e i libri acquistati dalla Comunità degli italiani di Pola alla libreria triestina “Nero su bianco”, che rappresentano una preziosa fonte di apprendimento con stimoli adeguati ai giovanissimi”.

La “Valigetta” regalo per i futuri scolaretti

In attesa delle iscrizioni

La direzione del Rin Tin Tin, quindi, sta pensando al “ricambio” e assolvendo i preparativi necessari ad accogliere una futura generazione di piccoli frequentatori. Si attende che la Città ufficializzi l’inizio delle iscrizioni centralizzate online, mediante avviso sulle pagine web, che solitamente compare verso la fine del mese di giugno. Dunque, dovrebbe essere questione di pochi giorni, “Nel frattempo – conclude Tamara Brussich – voglio esprimere gratitudine nei confronti dei genitori, che ci salutano dopo che i loro figli hanno frequentato per 5-6 anni la nostra istituzione, condividendo assieme a noi pure i guai provocati dal Covid. Auguro loro di continuare a stare sempre a fianco dei bimbi nel loro futuro percorso formativo. Un ringraziamento particolare va agli educatori che hanno nuovamente dovuto mettere in campo un grandissimo impegno per gestire l’emergenza e curare il rapporto con i genitori anche attraverso piattaforme e modalità di comunicazione digitale”.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.