La metamorfosi completa del Piccolo teatro romano

Le gradinate in pietra vengono rivestite di strutture in ferro attrezzato di sedili dove troveranno posto fino a 1.500 spettatori

0
La metamorfosi completa del Piccolo teatro romano

Ogni giorno è una nuova sorpresa. Il cantiere congiunto del Museo storico e del Piccolo teatro romano al Castello sono sul punto di rivelare tutto il loro splendore, ora che procede a passi da gigante anche la costruzione della struttura semicircolare che va a completare l’opera di recupero della storica cavea in pietra calcarea. Si lavora da mesi e si continuerà a lavorare fino alla fine di giugno: la gradinate in pietra vengono rivestite di strutture in ferro attrezzato di sedili per ricavarci tra i 1.200 e i 1.500 posti a sedere.

La gradinata meridionale è ormai completata.
Foto: SRECKO NIKETIC/PIXSELL

La gradinata viene su “a spicchi”. Prima è stata rivestita la sezione meridionale, poi quella settentrionale della cavea. Col recupero della sede del Museo archeologico e con il recupero a tappe del Castello Veneziano, ora dotato di ascensore in collegamento con i sotterranei, gli investimenti di 20 milioni di kune nel Teatro romano rappresentano un’opera pubblica fondamentale per la rivitalizzazione dei beni culturali di Pola. Questo del Castello è l’unico teatro antico in Croazia e il suo ripristino in funzione degli spettacoli costituisce un grande motivo di vanto per la città. A questo punto il Colle Castello diventa un polo d’attrazione turistico d’eccezione, che con l’Arena e il Tempio d’Augusto completa un itinerario di inestimabile valore finora poco sfruttato.

Un’opera che completa gli itinerari turistici.
Foto: SRECKO NIKETIC/PIXSELL

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display