Il volontariato è inclusione

Lodevoli iniziative degli assistiti della Casa famiglia «Ruža Petrović» e del riformatorio di Monte Zaro. I primi hanno confezionato giocattoli e regalini per gli animali abbandonati, i secondi hanno realizzato un gazebo nel cortile della propria istituzione

Laboratori di volontariato per i giovani

Davvero toccante l’iniziativa dei giovani assistiti della Casa famiglia “Ruža Petrović” patrocinata e promossa dal Centro regionale del volontariato con sede a Pola. A un certo punto i ragazzi si sono messi a confezionare giocattoli e regalini vari per gli animali abbandonati che tra tante sventure hanno avuto almeno di finire nelle mani gentili degli attivisti dell’Associazione per la protezione degli animali Snoopy di Pola. Ora questi ragazzi che hanno vissuto sulla propria pelle il dramma dell’abbandono invitano i propri concittadini e tutti gli istriani a unirsi all’iniziativa. Come? La richiesta è semplice e per contribuire non è necessario sacrificare né troppo tempo né tanti risparmi: basterà realizzare un giocattolo di quelli amati dagli animali o mettere insieme un pacco di mangime per cani e gatti, oppure ancora regalare una coperta usata affinché i volontari dell’associazione animalista possano allestire dei lettini più caldi e più confortevoli per i quattro zampe, piuttosto che lasciarli riposare su giacigli di fortuna come quelli in paglia e cartone. I materiali e gli attrezzi necessari per confezionare i giocattoli sono stati assicurati dal Centro regionale del volontariato, che sulle proprie pagine web spiega per filo e per segno come unirsi in questa singolare iniziativa natalizia autorizzata dalle autorità, anche perché ognuno se ne rimane a casa sua, e i contatti ravvicinati sono ridotti allo stretto necessario.

Cartoline d’auguri per i pacchi della Croce rossa

Sedie con pneumatici usati
Una seconda iniziativa riguarda invece il riformatorio di Monte Zaro e prevede la costruzione di un gazebo per il cortile dell’istituzione. Finora sono state realizzate delle sedie con pneumatici usati, ma occorrerà costruire delle panchine con pallet in legno e altri avanzi di magazzino. Entrambe le iniziative – quella a favore degli animali e quella per il gazebo del riformatorio – sono parte integrante del progetto “Volontiranje je uKLJUČivanje” (Volontariato è inclusione) che il Centro regionale promuove in collaborazione con le due sedi di accoglienza, educazione e rieducazione dei minori di Pola grazie al patrocinio della Direzione nazionale per la demografia e i giovani.

Da pneumatico a sedia per il cortile del Riformatorio

Cartoline d’auguri
E non è ancora tutto. La riscoperta del volontariato da parte dei giovani istriani continua con due iniziative distinte nelle località dell’entroterra: “Più belle le festività di fine anno” (Uljepšajmo blagdane) e “Anche quando non ci siamo, vi siamo sempre accanto” (I kad nema nas – tu smo za vas). Ne sono autori e promotori gli studenti della Scuola Media Superiore “Vladimir Gortan” di Buie e quelli del Ginnasio e della Scuola d’avviamento professionale “Juraj Dobrila” di Pisino, che stanno disegnando, colorando e confezionando cartoline d’auguri da affiancare ai pacchi regalo della Croce rossa in preparazione per le famiglie disagiate. Lo svolgimento dell’iniziativa si può seguire online sulle pagine Facebook e Instagram del Centro regionale del volontariato. Tutte le attività in corso si svolgono sotto l’egida del progetto “Promozione del volontariato in Istria” sostenuto dal Ministero del Lavoro, della Previdenza e delle Politiche sociali.

Buon Natale

Facebook Commenti