Il camposanto di Pola si è fatto bello

Il cimitero è pronto ad accogliere migliaia di visitatori in occasione delle ricorrenze d’inizio novembre

Il camposanto pieno di fiori

Ottobre è agli sgoccioli e sono attese con ansia le ricorrenze di inizio novembre. Benché nemmeno in condizioni normali si tratti di giorni di gioia ed esuberanza, quest’anno lo sconforto potrebbe esacerbarsi ulteriormente per il profondo senso d’incertezza scatenato dalla pandemia. I due cimiteri civici di Pola (Monte Ghiro e Stignano) sono pronti per i pellegrinaggi di fine ottobre, questa volta, però, in un contesto affatto diverso: nei limiti delle disposizioni epidemiologiche stabilite dalla Protezione civile. Dalla direzione della municipalizzata per le onoranze funebri e la gestione dei cimiteri (Monte Giro) si apprende che anche quest’anno in occasione del ponte festivo di Ognissanti i due cimiteri di Pola resteranno aperti alle visite notte e giorno, 24 ore su 24. La consuetudine è ormai ben radicata e paga: le tarde visite serali al camposanto hanno un che di mistico per le centinaia di migliaia di luci che fendono l’oscurità della notte e accendono la speranza nei cuori.

 

Il decalogo comportamentale
Ora però bisogna tenere a mente le disposizioni della Protezione civile. Ecco il decalogo del corretto comportamento al camposanto. In primo luogo è necessario indossare la mascherina protettiva dentro e intorno alle strutture cimiteriali. Poi si consiglia di visitare i cimiteri prima e dopo le due ricorrenze di Ognissanti e della Giornata dei defunti, in modo da diradare la frequentazione nei giorni di punta. S’invitano infine gli anziani a desistere dalla visita al cimitero il giorno di Ognissanti, primo novembre, di anticiparla oppure di posticiparla di qualche giorno. Le Sante messe al cimitero di Monte Ghiro si svolgeranno naturalmente in osservazione del Protocollo anticovid per le funzioni religiose all’aperto, che prevede almeno 1,5 metri di distanza tra gli astanti, e l’uso della mascherina senza eccezioni.

Gli ultimi preparativi prima delle ricorrenze novembrine

Modifiche al traffico
Come ogni anno, cambia provvisoriamente il regime di circolazione. Dal parcheggio verso via Vitasović, in via dell’Acquedotto ci si sposterà in una sola direzione di marcia. Il provvedimento entra in vigore il 31 ottobre e scade domenica primo novembre. Per fare ordine ci saranno le pattuglie della Polstrada e i rinforzi della polizia municipale e dei dipendenti della municipalizzata. In quanto al servizio dei mezzi pubblici, la società per i trasporti urbani Pulapromet rileva che il primo novembre gli autobus seguiranno l’orario delle partenze domenicale o festivo, mentre il giorno seguente l’orario dei giorni feriali. Per la crisi dovuta alla pandemia, la società rinuncia alle corse gratuite e invita l’utenza a usare gli abbonamenti e le prepagate.

I due cimiteri saranno dotati inoltre di un numero sufficiente di dispenser di liquido disinfettante per le mani. È buona norma usarlo ad ogni ingresso e a ogni uscita. S’invitano inoltre i visitatori a mantenere la distanza di sicurezza dei luoghi di massima concentrazione di pubblico come l’entrata e le piazze riservate alle funzioni religiose e ai riti commemorativi.

Le maestranze della Monte Ghiro all’opera

Facebook Commenti