Hotel a Valcane, più sì che no

La costruzione della struttura ha sollevato polemiche tra le forze politiche che governano la città. Noi abbiamo voluto sentire il parere della gente e dalle riposte raccolte sembra che il futuro investimento sia visto dai più come un passo avanti

0
Hotel a Valcane, più sì che no

La prevista costruzione del nuovo albergo a Valcane, ossia sul Lungomare polese, ha destato pareri discordanti tra i cittadini e ha provocato diatribe tra le frazioni politiche che governano la città. I dubbi dei residenti riguardano l’eventuale distruzione del bosco della zona, cosa comunque smentita dagli investitori. Ma vediamo che cosa ne pensano i cittadini che abbiamo avvicinato per questa inchiestina.

Mario Lonzar, pensionato connazionale: “Prima di tutto non conosco l’esatta ubicazione del futuro albergo. Comunque, un albergo può offrire nuovi posti di lavoro e anche le casse cittadine ne trarrebbero beneficio. Sinceramente, un hotel a 5 stelle vuol dire tanto, anche se va detto che sarà riservato alle persone di tasca… profonda. A mio parere l’importante è non intaccare l’ambiente naturale e che la zona rimanga aperta alla popolazione. Sono invece contrario alla completa chiusura al traffico del Lungomare. Inoltre, nelle immediate vicinanze si trova il depuratore, anche se si parla che dovrebbe essere trasferito a Molo Carbone. Sta ora agli investitori realizzare il progetto nel modo migliore”

Stanko Širol, pensionato: “A mio avviso la costruzione di un albergo a Valcane è un’ottima idea. Comunque, il problema sarà rappresentato del parcheggio, in quanto l’area è molto piccola. Quale soluzione vedo la costruzione di un parcheggio sotterraneo. Quindi, si lascerebbe spazio alle persone che passeggiano sul Lungomare e dunque non dovrebbe esserci alcuna lamentela da parte dei cittadini. Anzi.”

Vinko Knez, pensionato: “È necessario assolutamente, nel miglior modo possibile, risolvere la questione legata al ‘buco’ di Valcane, tra la cava e l’attuale campo di calcio. Al giorno d’oggi si pensa soltanto ai calciatori e non anche agli altri altri atleti. Ci si deve concentrare di più sugli altri sport praticati dai giovani. Infine, mi spiace molto che in Campo Marzio, per motivi vari, non sarà costruito un centro sportivo. Il club calcistico infatti ha scelto Valle.”

Ines Malagić, pescivendola: “Sono d’accordo con la costruzione dell’hotel in quanto la nostra città deve svilupparsi. L’importante è tutelare la natura. Con il nuovo albergo saranno aperti nuovi posti di lavoro, la passeggiata rimarrà aperta ai cittadini e dunque sarà tutto come prima.”

Paula Benčić, ristoratrice: “Credo che la città necessiti di questo tipo di alberghi. Al giorno d’oggi l’area di Valcane è trascurata, piena di rifiuti e di siringhe lasciate dai tossicodipendenti. La gente residente in zona si lamenta mentre con questo progetto le cose potrebbero finalmente cambiare.”

Luka Herceg, barista: “A mio avviso a Pola non serve un nuovo albergo, perché ne abbiamo anche troppi. Non saprei a chi servirebbe, se non all’èlite, anche se non sono contrario allo sviluppo della città. La costruzione, a dire il vero, potrebbe influire sull’ambiente e sulla natura, però è stato detto che gli alberi abbattuti saranno sostituiti. L’importante è non incidere negativamente sull’ambiente.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display