Giardini, chiusura al traffico in vista

0
Giardini, chiusura al traffico in vista
Via Giardini è destinata a diventare off-limits per le auto

Ci siamo. L’idea di mandar via le automobili dai Giardini e di precludere tanti altri passaggi su quattro ruote nelle vie del centro cittadino sta prendendo forma. Il Municipio ha avviato la consultazione pubblica per esprimere opinioni, suggerimenti, osservazioni e critiche in merito alle proposte di due documenti strategici per il funzionamento della vita urbana. Si riferiscono specificatamente alle modifiche della Decisione inerente alla regolamentazione del traffico in centro città e della Decisione inerente all’organizzazione del movimento veicolare e dei rifornimenti nelle zone cittadine pedonali. L’indirizzo di posta elettronica [email protected] è già a disposizione del pubblico interessato, che avrà modo di dire la sua entro il prossimo 23 aprile. L’elenco delle vie, delle piazze e delle zone urbane da considerare precluse completamente o parzialmente alle macchine è lungo, anche se in buona parte è già off limits per i veicoli. Vedi oltre alla centralissima area dei Giardini e di via Flanatica, anche via Kandler nella parte che va da via San Teodoro a Piazza Foro, via Sergia, via Ciscutti nel tratto che va da via Flanatica a via Zagabria, via Verona da via Supilo a via Flanatica, via Strossmayer, via del Fontico, via Matetić Ronjgov da Piazza della Repubblica a Piazza del popolo, poi, i clivi San Francesco, Vincenzo da Castua, Antoine de Ville, Rasparaganov, San Rocco, Paolo Diacono, Console istriano, Cvečić (comunque per bei tratti non percorribili da veicoli), quindi piazza Port’Aurea, piazza Dante, il Foro, quella di San Tommaso e piazza Capitolina, le piazze del Popolo e 1.mo maggio ai mercati, via Porta Stovagnaga, via dell’Abbazia benedittina, via Massimiano, via Clerisseau, Dalmatin, Držić, nonché i vicoli Augusteo, Polani, del pozzo, del teatro e San Nicola.

Punti di scarico dei rifornimenti

Stando alla prevista regolamentazione dei rifornimenti dei negozi, bar e locali di ristorazione, le consegne della merce verrebbero effettuate in determinati punti di carico/scarico mediante veicoli elettrici immatricolati e utilizzo di appositi carrelli o tricicli nelle ore mattutine (dalle ore 6 alle 8.30, domenica esclusa) e nella stagione estiva, anche il pomeriggio (dalle 14 alle 17). Le zone di rifornimento verrebbero organizzate in piazza San Tommaso (3 punti specifici), in piazza Mercato vecchio (5 punti), piazza Dante (altri 3), in via Ciscutti (3), via Smareglia/Dalmatin (7), Giardini (2), via Castropola (3), Dobrich (1), Carrara (2) e Da Vinci (1), nonché nei parcheggi del mercato (8) e di Campo Marzio (ulteriori tre posti). Dal divieto di circolazione saranno logicamente esonerati gli automezzi d’intervento (Vigili del fuoco, Pronto soccorso, Polizia, ente elettroenergetico HEP, telecomunicazioni e servizi di manutenzione comunale). Trattamento di favore per le persone fisiche e giuridiche che nelle aree pedonali sono residenti e che hanno un garage o un posto assicurato per il posteggio all’interno di un cortile o circondario dell’abitazione. Gli strappi alle regole saranno concessi mediante permesso in caso di traslochi, rifornimento di mobilio, trasporto di persone inferme, rifornimento di requisiti per lo svolgimento di manifestazioni pubbliche, esecuzione di lavori edili e altro.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display