Fondo di 500mila kune per sostenere lo sport

Regione. L’importo si somma ai 3 milioni già stanziati

0
Fondo di 500mila kune per sostenere lo sport
Ivan Glušac, Boris Miletić e Mladen Pavičević. Foto: MARKO MRĐENOVIĆ

Un po’ migliore amico, un po’ educatore, oltre che dirigente e tecnico, l’allenatore è il cuore di un’associazione sportiva dilettantistica e non. La formazione e l’aggiornamento professionale di questa figura essenziale dello sport assume quindi un’importanza fondamentale. Un’importanza riconosciuta pure dalla Regione istriana, che di recente ha istituto un apposito Fondo sportivo da mezzo milione di kune riservato proprio all’aggiornamento professionale dei trainer istriani di tutte le discipline sportive. La novità è stata presentata ieri dal presidente della Regione, Boris Miletić, dal capo ufficio dello zupano, Ivan Glušac, ma soprattutto dal presidente della Federazione sportiva regionale, Mladen Pavičević. Il primo a parlare è stato Boris Miletić, che ha tenuto a precisare che le 500mila kune destinate al Fondo andranno ad aggiungersi ai 3 milioni di kune che l’amministrazione regionale ha già stanziato quest’anno a sostegno dello sport, delle associazioni e dei Club sportivi dell’Istria. Miletić ha quindi spiegato che il Fondo consentirà alla Federazione di coprire le spese di formazione e aggiornamento professionale degli allenatori, che avranno così l’opportunità di apprendere nuovi concetti, nuove conoscenze, nuove competenze e nuove modalità d’azione e nuovi metodi didattici, fondamentali per allontanare i giovani dagli smartphone e avvicinarli allo sport.

Detto questo, nel rispondere a una domanda, il presidente della Regione ha dichiarato che l’istituzione del Fondo sportivo non ha nulla a che vedere con la promozione da parte della Città di Pola di una Fondazione sportiva. “La nostra idea nasce molto prima, nel mese di dicembre del 2021”, ha commentato Miletić, che nel prosieguo si è detto comunque felice nel constatare che sempre più Città e Comuni dell’Istria si stanno attrezzando per sostenere lo sport, sia attraverso lo stanziamento di contributi e finanziamenti, che attraverso la realizzazione di opere infrastrutturali. Maggiori dettagli sul Fondo sportivo sono stati forniti da Mladen Pavičević: “Grazie all’iniziativa i nostri allenatori potranno frequentare i corsi specializzati (della durata di uno o tre anni) della Facoltà di Chinesiologica e di altri importanti istituti sportivi della Croazia”. Il responsabile della Federazione sportiva dell’Istria ha poi rilevato che, al momento, i trainer interessati sono una ventina. Pavičević ha poi annunciato che parte delle risorse del Fondo saranno destinate alla sistemazione dei percorsi di trekking dell’Istria. L’iniziativa sarà portata avanti in collaborazione con la Società Alpinistica, cui spetterà poi il compito di organizzare escursioni di gruppo della durata di uno oppure due giorni lungo i vari sentieri. Escursioni che, principalmente, saranno riservate ai ragazzi delle scuole. Inoltre, ha sottolineato che l’idea è anche quella di sfruttare le risorse del Fondo per il potenziamento delle colonie sportive. L’ultimo a parlare è stato Ivan Glušac, che ha incentrato il suo intervento sui finanziamenti concessi dalla Regione allo sport. “Negli ultimi dieci anni la Regione ha investito nello sport e nelle infrastrutture sportive mezzo miliardo di kune”, ha detto Glušac, convinto che il Fondo appena istituito darà un ulteriore contributo al posizionamento dell’Istria nello scacchiere europeo delle migliori destinazioni turistiche associate anche allo sport.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display