Finale mondiale: il calcio sfratta il cinema dall’Arena

L’Arena di Pola in funzione dei gladiatori del calcio croato: domenica, esattamente alle 17, la grande finale dei campionati mondiali di Russia 2018, si potrà seguire in diretta all’anfiteatro pronto ad accogliere il mare di tifosi, che per le prime sei performance calcistiche della nazionale hanno letteralmente fatto straripare piazza Foro. La piazza principale di Pola non è più in grado di accogliere una così grande massa e per tanto il Municipio, in collaborazione con il promotore di questi eventi sportivi, Daniele Sponza, sta cercando di predisporre tutto entro sole 48 ore, per dare spazio al raduno dei tifosi all’Arena. Sull’altare dello sport più popolare del pianeta, si sacrifica anche il Pola Film Festival che, in via eccezionale (e su concessione del ministero della Cultura), trasferirà tutti gli appuntamenti previsti per domenica al chiuso del Cinema Valli, smistando in altri ambienti e rinviando ad altri orari programmi e manifestazioni che fanno da corollario alla rassegna cinematografica. In sostanza si applicherà il piano B, solitamente previsto nei casi di pioggia, eventualità per la quale si è già preparati. Nessun regista, né attore, né membro degli staff cinematografici e nessun ospite, ha avuto nulla da ridire; in fondo, si tratta di uno storico evento sportivo.
La “rivoluzione organizzativa” è stata annunciata ieri dallo stesso sindaco Boris Miletić, da Daniele Sponza, dal responsabile dell’Ufficio cittadino, Aleksandar Matić e, non ultima, da Gordana Restović, direttrice del Pola Film Festival. Come ricordato, l’Arena non è nuova agli spettacoli del football: nel 2008 c’era stata la diretta dei quarti di finale tra Croazia e Turchia; il 2014 aveva proposto il duello di apertura dei mondiali tra Brasile e Croazia. Stavolta la partita che rappresenta il massimo raggiungimento della storia del calcio croato potrà essere seguita da uno schermo LED di proporzioni notevoli:12 metri per 7. L’Arena aprirà i battenti, alle 15, addirittura due ore prima dell’inizio della partita lasciando sistemare la folla per tempo e intrattenendola con performance di apprezzati DJ. Rigorosi saranno i controlli alle entrate dell’anfiteatro per cui non sarà concesso portare con sé bottiglie di vetro. Materiale pirotecnico proibito. Pur essendo la festa fumogena (petardi, bengala, torce e via accendendo) un comportamento prevedibile, (quasi)ammissibile e permesso dai tutori dell’ordine pubblico, stavolta si vuole investire il massimo nella sicurezza. Attenendosi alla prassi adottata per le dirette in piazza Foro, seguite da addirittura da 20mila persone e trascorse senza eccessi e incidenti, anche in questo caso verranno ingaggiate le forze di polizia, i Vigili del fuoco, il Pronto Soccorso, e anche i volontari della Croce Rossa. Date le ore calde e i possibili malori, la prudenza non nuoce. I tratti di strada che portano in direzione dell’anfiteatro – via Scaglier, via dell’Istria, via della Stazione e piazza Drio l’Arena – verranno interdette al traffico dalle 15 in poi. Il merito della velocità organizzativa va anche all’Ente turistico di soggiorno, all’Ara electronic, all’Arena Hospitality group e al “Jadransko Osiguranje”. Da parte di tutti gli organizzatori l’invito a sostenere con spirito sportivo, sana tifoseria e dignità la propria squadra nazionale. Appello a fare attenzione a non danneggiare l’inventario tecnico e gli strumenti al servizio della Rassegna cinematografica.

Facebook Commenti