Droga. Alloggio trasformato in laboratorio

Nell’abitazione di un 35.enne la Polizia ha scoperto mini piantagioni di cannabis e anche una bomba a mano

Uno dei tre laboratori indoor

Pesanti accuse spiccate a carico di un 35.enne, denunciato per produzione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, nonché per possesso illecito di armi e munizioni. Stando a delle informazioni avute in precedenza e relative allo spaccio di droga da parte dell’uomo, la Polizia, una volta ottenuto il mandato da parte del Tribunale, nella giornata di mercoledì ha perquisito l’alloggio dell’uomo (ubicato nel Polese). Nella circostanza hanno rinvenuto ben tre laboratori indoor per la coltivazione di marijuana, con complessive 8 piante di canapa indiana dell’altezza tra i 28 e i 70 centimetri. Inoltre, sul muro di un vano sono state scoperte le indicazioni per la coltivazione della cannabis, mentre nell’alloggio sono stati scoperti anche degli utensili per la produzione della stessa. Ma non basta. Le forze dell’ordine hanno confiscato diversi pacchetti contenenti complessivamente 301 grammi di marijuana, due spinelli, un pacchetto contenente 12 grammi di olio di cannabis, due siringhe con 8 millilitri dello stesso, due bottigliette con del metadone liquido e una pasticca di eptanone, due sacchetti con oltre un chilo di tabacco di contrabbando (ossia privo del dovuto bollino), un vasetto con 7 grammi di hashish, un altro con 84 grammi di una materia ‘non conosciuta’ (sarà analizzata al Centro per le indagini forensi “Ivan Vučetić” di Zagabria), del denaro per il quale si presume che sia il ricavato dalla vendita di droga, una bomba a mano M-75 e altro ancora.

La bomba a mano sequestrata

Facebook Commenti