Domani è la Giornata delle persone scomparse

Domani, 30 settembre, viene ricordata la Giornata mondiale delle persone scomparse, in memoria di tutte le persone per le quali da tempo non si ha nessuna traccia. Il Ministero degli Interni ha creato il registro nazionale delle persone scomparse denominato NENO e sulle pagine web nestali.gov.hr vengono rese note tutte le generalità nonché le caratteristiche delle persone svanite nel nulla e i cui casi sono stati evidenziati dalla Polizia.
Tutti i dati sono pubblici e ogni profilo è corredato di volantino in formato PDF, per cui i cittadini hanno modo di stamparlo e appenderlo nelle proprie città e nei luoghi maggiormente frequentati.
Attualmente in Regione vengono ricercate a questo titolo 34 persone. La maggior parte dei casi è di vecchia data. Delle persone scomparse quest’anno, viene ancora ricercato il 24.enne Darko Žalac di Gallesano. Il giovane si è allontanato da casa nella serata del 28 giugno, per non farvi più ritorno. Stando alla Questura, la maggior parte delle persone si allontana da casa di propria volontà: per fuggire dalla famiglia, dai consorti, a causa di rapporti incrinati con la famiglia o con il proprio partner, per problemi finanziari e debiti o anche pe rrifarsi una nuova vita con una nuova identità. D’altra parte, i motivi delle scomparse legate alle persone anziane di solito non sono intenzionali. Ovvero, quando si allontanano da casa non possono oppure non sanno ritornarvi. Al fine di aumentare la sicurezza delle persone in età avanzata, la Questura istriana, congiuntamente alla Regione istriana, promuove l’azione relativa alla prevenzione della scomparsa appunto degli anziani e denominata “Učinimo da budu sigurniji (Agiamo per la loro sicurezza)”. Si parla nel concreto della distribuzione di volantini informativi, nonché di educazioni per questa categoria di persone.

Facebook Commenti