Dignano, il 2023 sarà un anno di sfide

Approvato il Bilancio cittadino che ammonta a 9,86 milioni di euro. Il 29,8 p.c. verrà investito nell’infrastruttura

0
Dignano, il 2023 sarà un anno di sfide
Il campanile di San Rocco a Gallesano. Foto: Carla Rotta

Sarà un anno di sfide, quello in attesa dietro l’angolo. Ma del resto non è che i calendari che l’hanno preceduto siano stati una tranquilla passeggiata. L’inizio sarà un po’ spinoso perché ci sarà da rodare il funzionamento con l’euro e non più con le kune e un pizzico di confusione è da mettere in preventivo. A proposito di preventivi… Dignano, quello per il 2023 l’ha bello e pronto. Ammonta a 9.865.540,46 euro, ovvero 74.331.914,91 kune alla voce entrate, mentre le spese sono state calibrate a 12.204.794,83, il che corrisponde a 91.957.027 kune. La differenza tra entrate e uscite ammonta, quindi, a 2.339.254 euro (17.625.112 kune). Una bella differenza, si potrebbe dire; ma si tratta di una “differenza controllata”, riferita soprattutto a mutui. Ricordiamo che il Preventivo è comprensivo dei dati per i fruitori dei mezzi di Bilancio.
Vediamo la struttura della spesa. Il 29,8 per cento dei mezzi verrà investito a titolo di spese infrastrutturali (costruzione), il 18,25 per le attività sociali, il 13,27 a titolo di tutela dell’ambiente e incremento; il 3,19 per il previdenziale/assistenziale e percentuali minori a copertura di altre necessità pubbliche e per il funzionamento dell’amministrazione.
Seguiamo la traccia della spesa per la costruzione dell’infrastruttura. Per quel che riguarda le superfici pubbliche, il 2023 dovrebbe vedere messo a punto il parcheggio dell’asilo di Peroi, del parcheggio e della viabile all’altezza del cimitero a Dignano, l’elaborazione della documentazione e i lavori preliminari per la costruzione del parcheggio in località Agraria a Dignano, il riassetto delle piazzette di S. Giacomo e Paolo Veneziano (Dignano), quello del parcheggio in via delle Ginestre; altri investimenti dovrebbero interessare parcheggi e viabili a Gallesano, interventi all’infrastruttura a Peroi (nucleo storico) e a Gaiano. Tra gli interventi pianificati pure il livellamento della superficie calpestabile di via Castello e Portarol (aggiungiamo noi: meno malem memori di tanti inciampi e dell’impossibilità di passare con la pioggia). Infine a Gallesano e a Peroi verranno sistemati i parchi gioco. Abbiamo citato le voci di maggiore spesa e quelle che ci sembravano più interessanti; naturalmente ci saranno anche altri investimenti.

In via castello previsti interventi di livellamento della superficie.
Foto: GORAN ŽIKOVIĆ

A Peroi verranno ricostruiti la vecchia scuola e la Casa sociale (siamo già agli investimenti alla voce “costruzione e ricostruzione di edifici) e si faranno i primi passi per l’ampliamento dell’asilo a Gallesano.
Mezzo milione di euro verrà spesi per sanare gli edifici sacri e culturali. Sono stati inseriti nel programma interventi al campanile di San Rocco (Gallesano), all’edificio in via Portarol, al complesso del convento dei Cappuccini e alla Casa del giovane. Un altro mezzo milione di euro verrà speso a copertura di interventi nella Zona industriale di Gallesano. Nell’insieme, la costruzione di impianti infrastrutturali richiederà un esborso di 4.034.791 euro. Per la manutenzione dell’infrastruttura, invece, è prevista una spesa di 1.111.553 euro.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display