Covid. Stop alle visite all’Ospedale di Pola

L'ospedale di Pola. Foto: Srecko Niketic/PIXSELL

Il comandante della Protezione civile istriana, Dino Kozlevac, lancia un ennesimo appello: “Siamo in pieno Avvento e questo significa una maggiore mobilità delle persone. Invitiamo ancora una volta gli organizzatori a rispettare le misure e le persone a usare la mascherina e a mantenere le distanze”. Sempre Kozlevac ha confermato un aumentato interesse per la vaccinazione, sia per la prima dose di vaccino che quella booster, per cui si ritornerà a usare all’uopo gli impianti sportivi e la campagna vaccinale si allargherà anche al sabato.
La contingenza ha già messo sotto pressione il servizio sanitario, che per la presenza di pazienti positivi al Covid ricoverati anche in altri reparti, ha chiuso alle visite per i prossimi dieci giorni. Una tempesta perfetta, si potrebbe dire, quella che ha decretato la misura, impopolare ma necessaria: il SARS-CoV-2 nei vari reparti ospedalieri – portato probabilmente da persone in visita -, il “dilagare” della variante omicron e la stagione dell’influenza. Quindi, dal 9 al 17 dicembre niente visite ai pazienti.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.