Covid-19 Mobile Response. L’Infobip sul podio mondiale

All’azienda di Dignano il primo premio per la migliore soluzione ai Meffy Award del Mobile Ecosystem Forum. Lo chatbot ha 5 milioni di utenti

Silvio Kutić

La dignanese Infobip, azienda leader del settore IT, si è aggiudicata il primo premio per la migliore soluzione mobile nella categoria “Covid-19 Mobile Response” ai Meffy Award del Mobile Ecosystem Forum. La Infobip è stata premiata per il suo innovativo chatbot – un software progettato per simulare una conversazione con un essere umano – creato e concesso in uso gratuito ai Ministeri della salute di oltre 45 Paesi del mondo. Il chatbot vincitore dei Meffy Award è stato realizzato dalla società dignanese in collaborazione con WhatsApp, la cui soluzione contro le fake news sul coronavirus ha contribuito a migliorare anche la comunicazione tra i singoli dicasteri e i cittadini. Oltre ad avere reso la comunicazione più puntuale e trasparente, il chatbot ideato dalla Infobip ha dato ai cittadini di numerosi Paesi la possibilità di ottenere in modo semplice e chiaro tutte le informazioni ufficiali sul Covid. Come? Semplicemente chiamando un numero al quale risponde un assistente virtuale di WhatsApp al quale è possibile chiedere qualsiasi informazione legata al coronavirus, come ad esempio dove è possibile effettuare test Covid oppure in quali Paesi è possibile viaggiare o ancora quali sono le misure sanitarie adottate dai singoli Stati e addirittura dalle singole Regioni. Tra i Ministeri della salute che hanno adottato la soluzione promossa dalla Infobip figurano quelli di Paesi come la Gran Bretagna, la Francia, la Germania, l’India, la Nigeria… Il chatbot della società di Dignano è utilizzato anche dalla compagine asiatica sudorientale dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Finora oltre 5 milioni di persone si sono rivolte all’assistente virtuale. Gli scambi di messaggi tra l’assistente virtuale adottato dai Ministeri e i cittadini sono stati invece oltre 70 milioni. “Sono contento e mi fa piacere constatare che la nostra iniziativa è stata più che utile a un gran numero di Paesi e cittadini” ha commentato il CEO della Infobip, Silvio Kutić, aggiungendo che, fin dai primi giorni della pandemia, la società dignanese ha intensificato gli sforzi nel tentativo di dare una mano agli Stati e ai Ministeri, aiutandoli a instaurare una comunicazione efficacie con i cittadini. “I nostri dipendenti e i nostri team di lavoro hanno investito nel progetto tempo ed energie per creare in tempi record questo chatbot”, ha concluso Kutić.

Facebook Commenti