CI di Pola: sabato si vota

Le elezioni per il rinnovo dell’Assemblea del sodalizio si terranno dalle 8 alle 20

La sede della Comunità degli Italiani di Pola. Foto Daria Deghenghi

Sabato 29 giugno i soci della Comunità degli Italiani di Pola con diritto di voto si recheranno nuovamente alle urne per l’elezione dei consiglieri dell’Assemblea comunitaria. Il procedimento elettorale avrà luogo nella sede di via Carrara, in orario compreso dalle 8 alle 20, mentre il giorno prima sarà osservata la norma del silenzio elettorale. La Commissione elettorale incaricata di vigilare sulla consultazione è composta da Fiorella Lasić (presidente), Sonia Modrušan e Massimo Putigna. La commissione preposta al controllo del procedimento di voto è composta invece da Majda Marković, Dalen Barlessi e Lara Lakovich. I candidati che si contendono i 21 seggi in Assemblea sono 24 mentre le liste sono due. La lista numero 1 reca la denominazione “Pola Più” ed è composta da Valmer Cusma (capolista), Zoran Peruško e Bruno Cergnul. La lista numero 2 ha fatto proprio il motto “Andemo avanti” e propone i seguenti candidati: Tamara Brussich (capolista), Vanessa Bratolich Šljukić, Sandra Brakus Brženda, Alessandro Lakoseljac, Samanta Stell, Davide Giugno, Teo Banko, Daniele Kumar, Kristina Fedel Timovski, Chiara Jurić, Vito Paoletić, Liana Fortunato Diković, Ardemio Zimolo, Argeo Zimolo, Ana Čuić Tanković, Loredana Lazarić, Ervino Quarantotto, Elena Gattoni Stepanov, Mauro Hervat, Sergio Stupar e Fabrizio Radin. Da rilevare che gli attuali presidenti di Assemblea e Giunta esecutiva sono Tamara Brussich e Fabrizio Radin. La legislatura che sta per scadere – lo ricordiamo – sarebbe dovuta durare ancora un anno in quanto l’attuale Assemblea è scaturita di fatto dall’ultima operazione di voto del 2016. Ciò nonostante, l’autorità statale che vigila sul Registro delle associazioni (depositato presso il Ministero della pubblica amministrazione), ha stabilito che il mandato dell’attuale presidente della CI, Radin, e della presidente dell’Assemblea uscente, Brussich, è in corso dal 10 agosto 2015, data in cui l’associazione effettuò l’adeguamento legale dello Statuto alla nuova Legge sulle associazioni, per cui le elezioni successive è come se non ci fossero state. In altre parola occorre adeguare la realtà dei fatti alla realtà (superiore) delle leggi.

Facebook Commenti