Canale Pragrande, urgono lavori a causa del cedimento

La Città ha staccato un assegno da 1,6 milioni a favore della municipalizzata che si occupa del sistema di drenaggio urbano

0
Canale Pragrande, urgono lavori a causa del cedimento
L’incrocio tra le vie Flacio, Lehar, Dobrila e dell’Arsenale. Foto: GIULIANO LIBANORE

L’amministrazione cittadina polese ha staccato un assegno da un milione e seicentomila kune a favore della sua controllata “Pragrande”, azienda che si occupa di manutenzione e potenziamento degli impianti del sistema di drenaggio urbano. È stata la stessa società a richiedere il finanziamento per un intervento di restauro dello storico Canale Pragrande nel suo tratto più vulnerabile che corrisponde all’intersezione tra le vie Flacio, Lehar, Dobrila e dell’Arsenale, in parole povere: l’incrocio della Posta centrale e della Casa delle Forze Armate. Nelle loro operazioni di manutenzione ordinaria, che includono lo spurgo delle condotte, la rimozione degli ostacoli solidi e dei residui melmosi per evitare otturazioni, cattivi odori ecc, gli addetti alla sorveglianza della fognatura hanno accertato il cedimento del canale per un tratto di 25 metri complessivi, nel centro del sovrastante incrocio stradale. La cosa non ha da stupire visto che le vie Flacio e dell’Arsenale sono attraversate con frequenza giornaliera da mezzi di trasporto merci e passeggeri, massimamente autocarri che fanno la spola tra la periferia industriale e il cantiere navale, la fabbrica di cemento e altre aziende produttive del porto industriale, ma anche da un numero non indifferente di mezzi pubblici diretti dal Capolinea di Siana a Stoia, Valcane, Veruda, Monteparadiso… Senza un intervento di restauro capillare alla volta di copertura del canale fognario, la rete stradale in superficie è in pericolo di cedimento a sua volta, senza contare il rischio di fuoriuscite dei liquami fognari nella zona di confluenza. In via preliminare le maestranze della società hanno rinforzato la volta in muratura in attesa di avere i rilevamenti, il progetto, la licenza edile e naturalmente i finanziamenti necessari per l’opera di restauro completa. Ovviamente si è dovuto attendere anche la fine dell’estate e della stagione turistica, che vieta cantieri nei centri urbani durante l’alta stagione. La messa in sicurezza del canale è stata appaltata a una società con licenza per lavori subacquei, che ha realizzato una struttura di sostegno della volta di copertura ceduta in legno e in acciaio di 2,20×2,30 metri da 3 mt. Si tratta chiaramente di un palliativo di cui non bisogna abusare. Le variazioni di bilancio approvate il 21 giugno dal Consiglio municipale sono servite anche a questo scopo: allocare il milione e seicentomila indispensabile alla progettazione e all’esecuzione dei lavori a partire dalla sezione V-Dipartimento per il sistema comunale e l’amministrazione della proprietà alla voce “aiuti alle aziende pubbliche”. A questo punto tra municipio e municipalizzata verrà firmato un contratto per la definizione dei rispettivi diritti e doveri, tra cui un cronoprogramma con le date di scadenza delle attività contemplate dal progetto.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display