Buon giorno, mondo! Ecco Sara Lubiana

È la prima nata del decennio e del nuovo anno, venuta alla luce con parto naturale al Reparto maternità di Pola, non esattamente allo scoccare della mezzanotte, ma poco dopo

Sara con mamma Nikolina e Boris Miletić

Non c’è modo migliore di iniziare il 2020. È una femminuccia e si chiama Sara, il primo nato del decennio e del nuovo anno, venuta alla luce con parto naturale al Reparto maternità di Pola, non esattamente allo scoccare della mezzanotte, ma poco dopo.
A volere essere precisi, è arrivata al mondo esattamente alle 12.34 minuti dipingendo di rosa il neonato anno bisestile. Non sarà di certo balordo (come si crede siano i bisesti), ma felice per mamma e papà, Nikolina Bartolić Lubiana e Diego Lubiana di Cittanova, che come sentito hanno atteso e voluto da tempo questa gioiosa nascita.
Piccolina, pesante 2.870 grammi e lunga 49 centimetri, una vera bambolina, sana e molto vivace, Sara è ancora ignara di aver ricevuto il suo primo grande orso di peluche dal sindaco di Pola, Boris Miletić (in visita nel tardo pomeriggio di ieri), che ha anche regalato un omaggio floreale e un assegno a mamma Nikolina, condividendo con la medesima l’emozione per questa nascita e formulando i migliori auguri ai genitori per una vita di felicità e soddisfazioni. Ma nella stessa camera del Reparto maternità c’è anche dell’altro, o meglio qualcun altro, un fiocco azzurro e… Gabriel, nato da mamma Katarina di Pola alle 2.20. Per omaggiare maternità e nascite il sindaco ha regalato un orsetto anche al bebè-bimbo, il quinto della famiglia, perché ad attenderlo a casa ci sono oltre al papà, tre fratellini e una sorellina. A vigilare e ad assistere ai parti nel corso della Notte di San Silvestro si sono impegnati i medici ginecologi Davor Zoričić, Marija Tena Hajak, nonché le ostetriche Petra Zekić Sevrlica, Slobodka Arsova e la pediatra Ivana Štrk Romić.
Nascite in leggero calo
Periodo tranquillo, questo, all’Ospedale, ha sottolineato Zoričić, anche se sembra più facile a dirsi che a farsi: in tutto 5 i parti nell’ultimo giorno del 2019 e altri quattro subito nel corso del primo giorno dell’anno non sono certo pochi. Come accennato ieri dal vicedirettore dell’Ospedale, dottor Ivica Fedel, la Ginecologia polese registra sempre meno nascite: 1.323 nel 2019 contro le 1.359 dell’anno precedente. Il che equivale a 36 nascite in meno. In ogni caso, non si tratta di un calo lampante: la statistica demografica regionale è ancora accettabile e molto più buona rispetto a quella delle altre aree della Croazia.
L’augurio espresso ieri è anche quello di poter elevare ulteriormente la qualità del lavoro del Reparto maternità nei nuovi ambienti ospedalieri. Il 2020, infatti, sarà a tutti gli effetti l’anno del trasloco definitivo di tutte le unità e divisioni. Soddisfatto il sindaco Miletić, anche perché il trasferimento della Maternità è ormai prossimo.

Facebook Commenti