Biblioteca civica polese: dicembre sarà piacevole

Calendario di eventi più ridotto in confronto a quello degli anni scorsi, ma gli appuntamenti ci saranno

Il tradizionale Natale in Biblioteca con un ricco calendario di eventi con cui sono sempre state allietate le giornate dicembrine di tutte le età, passiamo scordarcelo. Anche la Civica di Pola con le sue tante sezioni dislocate ha dovuto adeguarsi alla cattiva sorte dettata dalla contingenza epidemica e accontentarsi di proporre qualche programma nei limiti del concesso. I più castigati in questi momenti bigi e assai poco felici sono purtroppo gli anziani: il Club e sala di lettura dei pensionati ai Giardini tiene da tempo i battenti chiusi e per la prima volta dopo diversi anni non potrà lasciar cantare e vivere insieme il sapore e il calore delle feste più belle dell’anno. Da dimenticare le serate d’ascolto, i tornei di scacchi, le letture in compagnia.

A misura di piccoli
Anche se scarno di contenuti, ma sicuramente meno penoso è il programmino ideato per i ragazzini. La Biblioteca per l’infanzia, trasferitasi dal Centro infanzia di via Radić in via Smareglia 2, è chiusa per manutenzione e fornitura di mobilio. Il pianificato ritorno di Nonna Inverno però non mancherà. Quando anche la fiaba è costretta a cercare una fuga nei contatti “digitali”, le storie attinte dal suo calendario dell’Avvento verranno raccontate on line. Il Reparto delle letture per l’infanzia alla Biblioteca centrale ha appena smantellato il suo parco artificiale e allestito un caminetto dove accendere un fuocherello artificiale. Questo, se non altro, sarà in presenza. Un accogliente salotto a misura di bambino è pronto a richiamare i piccoli ascoltatori per raccontare loro fiabe e mitiche storie, per farli disegnare, dipingere e renderli partecipi ad attività creative e formative. Il programmino quotidiano gratuito è adatto sia all’età prescolare che scolastica. Il mese di dicembre continuerà a regalare video-laboratori e video-storie mediante canale You Tube o Facebook, aggiungendo un’offerta speciale costituita da 12 albi illustrati in formato digitale, alla faccia della bella sensazione tattile del tenere in mano le magiche storie contenute nei libri. Si fa quel che si può, inserendo in rete gli albi realizzati in workshop a distanza “Sfoglia una storia – racconti verdi”, durante il mese del libro in collaborazione con gli asili e le scuole elementari di Pola.
Anche mostre
Dicembre alla Civica di Pola ha in serbo per il pubblico tre esposizioni da ammirare, in fretta, o di passaggio, mentre prendi libri a prestito: “Odore di Natale – abbondanza di dolci” allestita in collaborazione con la Scuola di turismo, alberghiera e commercio e la bibliotecaria Željka Kondić Dabo, quindi “Natale creativo”, tradizionale rassegna di lavori realizzati dai frequentatori dell’Officina artistico-creativa “Artić”, guidata da Sanja Simeunović Bajec e “Dall’originale alla traduzione”, mostra annuale della Società dei traduttori letterari croati.

Oltre alle luminarie e alle decorazioni, l’ambiente della Civica ci comunicherà che è “festa” anche con l’angolo natalizio dei selfie, con lo scrigno festivo delle letture proposte e in particolare con l’allestimento dell’Abete dei desideri, dove ogni anno i fedeli frequentatori hanno modo di rivolgere messaggi d’augurio e di pace al prossimo o semplicemente di comunicare i propri pensieri.

Fare tappa attorno a questo albero di Natale non sarà obbligatorio. Osservare le regole illustrate nel manuale di comportamento anti Covid invece, sì. Numero di visitatori contingentato, disinfezione delle mani, mascherina obbligatoria e indossata correttamente, distanza di due metri, possibilità di permanenza soltanto abbreviata, studio e lavoro ai PC concesso dopo annuncio telefonico, unicamente alla sede centrale (non presso le Sezioni di Veruda, di Dignano e di Gimino). E da poco una nuova regola molto utile introdotta dalla biblioteca: l’opportunità di prendere in prestito addirittura 10 volumi alla volta (prima non più di quattro). Così per risparmiare ai lettori il cruccio di dover uscire di casa e di rischiare contagi. La Biblioteca si difende e ti difende…

Facebook Commenti