Ballottaggio. L’invito dell’SDP: Votate Filip Zoričić

Prove di maggioranza in Consiglio

Igor Belas e Sanja Radolović

A differenza della piattaforma Možemo!, il Partito socialdemocratico si schiera apertamente in favore di uno dei candidati sindaco che parteciperanno al ballottaggio di domenica prossima. Lo ha reso noto un’altra candidata a sindaco, che però non si è piazzata al secondo turno, Sanja Radolović. “Dopo il primo turno delle elezioni si sono riuniti sia il Comitato cittadino, sia la presidenza dell’SDP di Pola che hanno deciso di accettare la formazione di una maggioranza nel Consiglio cittadino assieme ai colleghi di Možemo! e della Lista indipendente di Filip Zoričić. Invito tutti coloro che mi hanno dato il voto al primo turno di appoggiare Filip Zoričić al ballottaggio”, ha dichiarato la deputata al Sabor, che ha colto l’occasione durante la conferenza stampa di ieri, con al fianco il candidato vicesindaco SDP, Igor Belas, per congratularsi con il collega del partito Danijel Ferić per i risultati ottenuti nella prima tornata elettorale per la carica di presidente della Regione istriana e conseguente piazzamento al ballottaggio.

 

”I risultati del primo turno a Pola hanno dimostrato che i cittadini vogliono dei cambiamenti. Il partito al potere ha fatto registrare i peggiori risultati finora”, ha aggiunto Sanja Radolović la quale ha definito inaccettabile il linguaggio d’intolleranza che sta montando in questi giorni sui social media.

Ritornando alla formazione della maggioranza in Consiglio, Sanja Radolović ha spiegato che prossimamente l’SDP avrà un incontro con i rappresentanti di Možemo! e della Lista indipendente di Filip Zoričić per gettare le basi di una collaborazione nei prossimi quattro anni. “I nostri programmi non sono poi così differenti uno dall’altro. Noi rimaniamo fermi sui nostri progetti quali l’allargamento della Casa per anziani, la ricostruzione della Scuola elementare di Castagner, l’edilizia agevolata per i giovani e l’abbellimento della Riva”. ha detto infine Sanja Radolović.

Igor Belas ha espresso rammarico per la bassa adesione al voto. “Questa volta c’era una vasta gamma di candidati e partititi sia di sinistra, sia del centro, sia di destra. Nonostante ciò in molti sono rimasti a casa”.

Facebook Commenti