Visinada festeggia san Girolamo con un nuovo asilo

Seduta solenne del Consiglio municipale in occasione della Giornata del Comune

Marko Ferenac, Moreno Mekiš, Maja Šimonović Cvitko, Divna Radola e Neda Šainčić Pilato

Il Comune di Visinada ha celebrato ieri la sua Giornata e il patrono San Girolamo con la seduta solenne del Consiglio comunale e l’inaugurazione della nuova sede dell’asilo d’infanzia. La seduta solenne del Consiglio comunale, presieduta dalla connazionale Neda Šainčić Pilato, si è svolta nella sede della Comunità degli Italiani. Presenti in sala numerosi ospiti, tra i quali Jadranka Žarković, consigliere del Presidente della Repubblica di Croazia per l’educazione e l’istruzione, Goran Lipavić, direttore dell’Ufficio per i sostegni all’agricoltura e lo sviluppo rurale, intervenuto a nome del ministro dell’Agricoltura Marija Vučković, Paolo Demarin, presidente dell’Assemblea dell’Unione Italiana, Marino Baldini, vicepresidente dell’Assemblea regionale, Sanja Radolović, deputato al Sabor, Nadia Štifanić Dobrilović, vicesindaco connazionale di Parenzo e alcuni sindaci delle località limitrofe e della penisola. Presenti pure i consiglieri comunali, i rappresentanti del Comune gemellato di Bernbeuren in Baviera, il parroco don Leonard Krakan e altre autorità.

Guardare al futuro con ottimismo
Dopo l’esecuzione degli inni nazionale e regionale, intonati da Diana Sirotić Bernobić accompagnata al pianoforte da Antonella Picinić, a prendere la parola è stata la presidente del Consiglio comunale Neda Šainčić Pilato, che ha invitato i presenti a osservare un minuto di raccoglimento in onore dei Caduti della Lotta popolare di liberazione, della Guerra patriottica e degli scomparsi del territorio. “Siamo tutti parte di un percorso, che dobbiamo fare insieme – così Šainčić Pilato –. Abbiamo bisogno di scarpe comode, perché la strada non è sempre facile. Dobbiamo guardare al domani con fiducia e ottimismo, anche quando la realtà che stiamo affrontando è piena di preoccupazioni, come il momento attuale, segnato da un prolungato periodo di crisi economica, accentuata dall’emergenza sanitaria”.

Tanti i progetti realizzati
Salutando gli intervenuti, il sindaco Marko Ferenac si è soffermato sui successi di cui la sua amministrazione va fiera, traguardi conseguiti nonostante le numerose difficoltà provocate dall’epidemia da coronavirus. Visinada si giova del titolo di Comune amico dei bambini, e la cosa ha caratterizzato la politica degli investimenti nell’infanzia, culminata con l’edificazione della nuova sede dell’asilo. Tra gli interventi infrastrutturali, ha ricordato la conclusione dei lavori al collettore per le acque reflue di Monte Ritossa, la ricostruzione della rete idrica a Baichini, l’ampliamento di quella di Visinada e il prosieguo dell’opera di rinnovo dell’illuminazione pubblica. Quindi la conclusione dei lavori al Centro per i visitatori di Casa Maraston, il rinnovo della Casa sociale di Ferenzi, la realizzazione del progetto europeo WiFi4EU che ha reso possibile l’accesso gratuito a Internet in buona parte del territorio, lo sviluppo del settore turistico e tanti altri interventi.

Divna Radola, Marko Ferenac, Jadranka Žarković e Goran Lipavić al taglio del nastro

Jadranka Žarkovič ha portato i saluti del Presidente della Repubblica, Zoran Milanović, riconoscendo che una politica intelligente e di collaborazione tra le autorità statale e locale, come nel caso di Visinada, può portare allo sviluppo della località interessata. Intervenendo a nome del ministro Vučković, Goran Lipavić ha notato la particolare attenzione che il Comune di Visinada rivolge ai programmi di sviluppo rurale.

Premi ai benemeriti
È seguita quindi la consegna degli attestati di ringraziamento ai benemeriti, ossia a Maja Šimonović Cvitko, alla quale Visinada deve il titolo di Comune amico dei bambini, all’Agriturismo “Selo Mekiši” (ritirato da Moreno Mekiš), per i successi conseguiti nel settore e all’asilo d’infanzia “Radost” di Parenzo (ritirato dalla direttrice Divna Radola), per la fruttuosa collaborazione.

Inaugurato l’asilo
La celebrazione è poi proseguita con l’inaugurazione solenne della nuova sede dell’asilo locale, che opera quale sezione periferica del “Radost” di Parenzo, realizzato in meno d’un anno. La struttura è frequentata da 50 bambini divisi in un gruppo di nido e due d’asilo. A tagliare il nastro sono stati Marko Feranac, Divna Radola, Goran Lipavić e Jadranka Žarković, dopo di che è seguita la benedizione dell’immobile da parte del parroco locale, don Leonardo Krakan. Infine, Marko Ferenac ha consegnato simbolicamente una grande chiave a due bimbe che frequentano l’asilo.

Il nuovo asilo di Visinada

Facebook Commenti