Verteneglio. «Calimero» sta crescendo

Firmato il contratto per la realizzazione del progetto di ampliamento e ristrutturazione dell’edificio in cui ha sede l’asilo d’infanzia, in conformità con gli standard pedagogici

La sede dell’asilo “Calimero”

È stato firmato nei giorni scorsi il contratto per la realizzazione del progetto di ampliamento e ristrutturazione dell’edificio in cui ha sede l’asilo d’infanzia “Calimero” di Verteneglio, per predisporlo in conformità con gli standard pedagogici e assicurare ai bambini condizioni educative e di soggiorno di qualità. Il valore totale dell’investimento, che comprende l’ampliamento, la ristrutturazione degli ambienti esistenti, l’equipaggiamento interno ed esterno dell’edificio, nonché la relativa documentazione è di 7.618.850 kune. Il cofinanziamento previsto dai fondi del Programma di sviluppo rurale è di 5.730.229 kune, ossia l’80 p.c. dei costi giustificati dell’investimento.
Questo miglioramento della qualità delle istituzioni educative sul territorio del Comune di Verteneglio vedrà quindi nello specifico l’ampliamento degli spazi dell’asilo, che ospita sia la sezione italiana che quella croata, l’adeguamento alle normative legali, il miglioramento della qualità dei servizi prescolari sul territorio comunale, il monitoraggio degli standard previsti per le istituzioni educative e prescolari e l’installazione di elementi che consentano l’efficienza energetica dell’edificio in cui ha sede l’asilo. L’ampliamento dell’istituzione prescolastica rappresenta un valore aggiunto, che consentirà una disponibilità di ben 1.020 metri quadrati, in luogo degli attuali 440. Nella nuova ala troveranno spazio tre nuovi ambienti per i gruppi prescolari e uno per l’asilo nido, con relativi servizi igienici, un vano per l’assistente e una tettoia. Il pianoterra diventerà una hall d’entrata, mentre la toilette si trasformerà in lavanderia e servizi igienici per gli adulti. Verrà ampliata pure la mensa e uno spazio sarà destinato all’ufficio della direttrice. Non mancheranno una stanza per le educatrici, con la biblioteca e l’archivio, l’infermeria, il cucinino e uno spazio per il pedagogo o psicologo.
I lavori si concluderanno a inizio 2021
Un progetto tanto atteso, che oltre ad avere i suoi grandi vantaggi estetici e di comodità, non manca nell’efficienza energetica, grazie all’isolamento termico della facciata del pavimento e del tetto. Il tutto con serramenti in PVC, adatti per strutture a basso consumo energetico. In piano pure il completo rinnovo degli impianti elettrico, idrico, fognario e telefonico e l’aggiunta di pompe di calore geotermiche e pannelli solari. I lavori, che inizieranno nella prima metà del mese, dovrebbero durare 7 mesi, per essere conclusi nei primi mesi del 2021.

Facebook Commenti