Umago. Tutti i colori del Primo maggio

Franco Sodomaco

UMAGO | Grazie al ponte del 1º maggio, lo scorso fine-settimana migliaia e migliaia di persone hanno invaso la riva umaghese, visitato la fiera dei fiori di Umago, “Umagfloria”, l’esposizione delle automobili d’epoca, fatto il primo bagno e preso la tintarella. Moltissimi, dunque, i vacanzieri che hanno soggiornato negli alberghi, negli alloggi privati e nelle case di villeggiatura che sono più di 2mila e principalmente di proprietari sloveni, che a Umago ormai si sentono praticamente a casa. 

Dopo la sfilata delle majorette e dell’Orchestra di fiati di Babici, il sindaco Vili Bassanese e i vicesindaci Mauro Jurman e Ivan Belušić hanno distribuito garofani alle passanti davanti alla Comunità degli Italiani, in occasione della Festa del lavoro.

Aria di primavera

L’intero fine-settimana è stato animato dalla Fiera dei fiori, visitata anche da centinaia di bambini, oltre agli adulti. Numerosissimi anche i turisti che, vista la moltitudine delle manifestazioni che si sono svolte in città, ritorneranno a casa con il ricordo dei bellissimi momenti passati a Umago. 
Meno popolari, invece, i prezzi dei fiori e degli articoli da giardino esposti alla Fiera che, in compenso, è stata comunque una manifestazione molto gradita.
Lo scorso anno gli affittacamere avevano allestito per l’occasione anche una casetta per le informazioni per i turisti, che quest’anno è stata sostituita con un tavolo, cosa che la Città dovrebbe sicuramente migliorare, visto che il comparto privato, oramai, è un elemento significativo nel firmamento turistico locale, tant’è vero che anche in questo periodo sembrava veramente di essere in estate, considerata la massiccia presenza di vacanzieri.

Lungomare in fiore

La Fiera dei fiori era stata inaugurata venerdì dal sindaco Vili Bassanese e, nelle tre giornate di durata, ha visto la partecipazione di 37 espositori che hanno dato una pennelata romantica a tutta l’area del porto, non solo con i fiori, ma anche con una ricca offerta gastronomica fatta di prosciutto, salsicce, miele, olio d’oliva, formaggi, dolci e fragole. 
Esposti anche attrezzi e articoli da giardino, vasi e sementi: una bella occasione per tutti coloro che amano riordinare il proprio giardino o dare un tocco floreale al balcone di casa. L’azienda “Voger” ha effettuato pure dimostrazioni pratiche sull’uso di tagliaerba e dei vari articoli e attrezzi per il giardino.

«Umago balla»

La Fiera è stata corredata da un vasto programma d’intrattenimento grazie alla manifestazione “Umago balla”, ravvivata dai bambini degli asili e delle scuole elementari e dall’esibizione dei gruppi di ballo delle Comunità degli Italiani di Umago e di Matterada, delle majorette, delle ballerine della Scuola di ballo Carlotta Grisi e dei gruppi “Stelline 50+” e “Country Fitness”.
Pezzi da 90 in riva a Umago

Sfilata delle auto d’epoca

A fare da cornice agli eventi in città è stata l’esposizione delle automobili d’epoca, sempre molto frequentata, con bellissime oldtimer degli anni Novanta. Oltre cento automobili che con il passare degli anni sono divenute autentiche star. Durante la giornata di sabato, il lungomare è stato, così, sommerso dai visitatori, scesi per ammirare i gioielli d’epoca che hanno entusiasmato soprattutto i più piccini. Una passione, dunque, apprezzata da tutte le fasce d’età. Milan Vukšić, presidente del Comitato organizzatore si è detto soddisfatto sia dell’adesione dei proprietari delle oldtimer che della qualità della manifestazione: “Abbiamo avuto la fortuna di avere sul lungomare macchine di grandissimo prestigio, come, ad esempio, una Hupmobile del 1921, una Fiat 1500 del 1930, una Ford “A” del 1929, quindi una Moris Cowley del 1926, una Cadillac Sedan del 1959 e Mercedes di lusso come la “Adenauer”.
Nell’ambito dell’incontro delle oldtimer, organizzato dal Club “Eppur si muove”, ci sono state anche gite a Stella Maris, Catoro, Salvore, Canegra e alla cantina vinicola “Cuj”. I prossimi eventi in programma a Umago saranno quelli della Giornata della Città e del patrono San Pellegrino.

Facebook Commenti