Umago. Nel 2021 forte accelerazione degli investimenti

L’anno prossimo la Città intende avviare la costruzione del nuovo sistema di smaltimento delle acque reflue. Il valore del progetto è di 355 milioni di kune

Umago gioca tutto sullo sviluppo

Anche se oramai si vive alla giornata, considerato che la pandemia c’è e non molla, la Città di Umago intende comunque procedere nel 2021 con i progetti finalizzati allo sviluppo. In verità, il sindaco Vili Bassanese e i suoi collaboratori vogliono mantenere fede alla parola data realizzando quei progetti che dovrebbero garantire in futuro crescita e maggiori opportunità occupazionali.
Gli ultimi dieci anni di continui investimenti, programmi e progetti hanno portato la Città di Umago a una crescita importante, sia economica che sociale. E le idee, quando ci sono, hanno bisogno di tanti soldi per essere concretizzate. Per questa ragione la manovra finanziaria per il 2021 è di circa 250,9 milioni di kune e le proiezioni per il 2022 e 2023 anche superiori ai 260 milioni di kune. Solo un anno fa la Città aveva avviato la costruzione a Comunella di una scuola media superiore, i lavori alla quale procedono spediti, nonostante l’interruzione avvenuta dalla scorsa primavera a ottobre a causa dell’emergenza sanitaria. Si tratta di un investimento che sarà portato a termine nel 2021 con mezzi propri. Ma la lista di quanto si vuole fare è lunga: dopo un 2020 di preparativi, presto dovrebbe iniziare la costruzione di una nuova palazzina a Spinel con 84 alloggi che dovrebbero avere un prezzo contenuto, dal momento che il progetto si realizza in collaborazione con l’Agenzia nazionale degli immobili (APN) e con il contributo della Città di Umago per quanto riguarda il terreno e le infrastrutture, che, come noto, non costano poco.
Programmi pensati per il futuro
L’anno venturo, dopo il decennio dedicato alla lotta costante per nuovi investimenti, ci sarà una forte accelerazione dei progetti pianificati. Sempre se la situazione epidemiologica dovesse migliorare. Ora, se diciamo che Umago è una città piccola, di circa 16mila abitanti, che ha un Bilancio importante se rapportato alla realtà croata e a Città di pari abitanti, allora bisogna dire che conta, anzi è determinante, questa nuova mentalità imprenditoriale. Sviluppo significa benessere e questo ha portato Umago ad avere, per esempio, gli asili gratuiti per tutti i 600 e passa bambini, di cui 260 degli asili italiani dislocati in diverse sedi e con uno standard fra i più alti in Croazia.
Tuttavia, e qui bisogna essere onesti, c’è ancora parecchio da fare. Nel 2021 inizierà la costruzione del futuro sistema per lo smaltimento delle acque reflue, progetto molto costoso, di un valore di 355 milioni di kune, che dovrebbe soddisfare le esigenze di una città di 60mila abitanti, dunque un progetto pensato per il futuro. Bilancio significa progetti, finanziamenti diretti e indiretti, a decine e decine di fruitori. I mezzi andranno un po’ a tutti i settori della vita pubblica: all’istruzione 95 milioni, a cultura e religione 23 milioni, all’edilizia agevolata 44 milioni, alla tutela ambientale 16 milioni, alla sanità 800mila kune, all’assistenza sociale 13 milioni e via dicendo. Una manovra finanziaria che comunque si adeguerà alle circostanze e alla situazione sanitaria, con alcune variazioni e assestamenti del bilancio che saranno apportati in base alle reali esigenze della Città e delle sue istituzioni.

In programma una palazzina con 84 alloggi

 

Facebook Commenti