Umago. La passeggiata si fa sempre più… lunga

Nell’attuale fase dei lavori si sta posando la pavimentazione in Riva Franjo Tuđman. Interventi fino al 2023

La posa della pavimentazione in Riva Franjo Tuđman

Una splendida passeggiata che collega il centro storico dal molo della dogana fino al porto nautico dell’ACI. Una passeggiata piena di contenuti, da attrezzi per la ricreazione, a giardini fioriti e all’arena per gli eventi estivi, per una lunghezza complessiva di circa 2 chilometri.

 

D’estate tutto il lungomare brulica di turisti; d’inverno è un posto dove fare una chiacchierata o portare a giocare i bambini. Ci sono pure un parco giochi e un vasto parcheggio. I lavori sul lungomare sono iniziati 7 anni fa e oggi, dopo molti interventi e parecchi milioni di kune spesi a fasi, si presenta molto bene.

Non si è trattato comunque di un lavoro di maquillage, sopratutto in quest’ultima fase, perché la ricostruzione del sistema d’approvvigionamento idrico e dell’illuminazione pubblica, la collocazione dei contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti a scomparsa, la realizzazione della pavimentazione e della banchina hanno impegnato per molti mesi le maestranze. Tutto il lungomare è ora zona pedonale interdetta alla motorizzazione: l’ideale per fare delle gite in bici anche per i bambini, perché il tratto è piuttosto lungo.

Un dettaglio del parco “Humagum”

L’Autorità portuale inoltre ha già predisposto nuovi ormeggi per barche e natanti turistici. Una pennellata di tradizione che si fonde con il moderno e che invita al relax. L’intero tratto della passeggiata costiera da piazza Libertà fino al porto nautico dell’ACI sarà completato entro il 2023. Ma le tappe più importanti sono state già fatte e la più recente, che prevede la posa della pavimentazione in Riva Franjo Tuđman, è in dirittura d’arrivo.

Umago si è prefissata l’obiettivo di costruire in una decina d’anni un lungomare di quasi 40 chilometri, che colleghi l’autocampeggio Park Umag, che ha una capacità ricettiva di quasi 10mila turisti e Monte Rosso; nel mezzo ci sarebbero San Lorenzo, San Giovanni, Spina, San Pellegrino, Pozioi, Muiella, la Cittvecchia, Punta, Catoro, Zambrattia, Bassania e le aree costiere di Salvore, per arrivare fino a Monte Rosso, appunto.

Una delle aree più belle e pittoresche del lungomare che rasenta il porto, è il parco verde “Humagum” che in primavera è particolarmente variopinto. Un piccolo gioiello verde di 2.400 metri quadrati, con tante piante e fiori che formano l’oasi verde della passeggiata.

Facebook Commenti