Trasporto su rotaia e cicloturismo, si può

Firmato un accordo di collaborazione tra le Ferrovie dello Stato e l’Agenzia di sviluppo istriana (IDA)

La stazione ferroviaria di Pola

Il presidente del Consiglio d’amministrazione delle Ferrovie croate – Trasporto passeggeri (HŽ – Putnički prijevoz), Željko Ukić, e il direttore dell’Agenzia di sviluppo IDA, Boris Sabatti, hanno firmato nei giorni scorsi un importante accordo di collaborazione. L’obiettivo è rafforzare la potenzialità e la connettività dell’Istria al network dei trasporti alternativi diversi da quelli su strada. Il focus sarà dato al trasporto ferroviario e alla promozione del cicloturismo. L’accordo raggiunto è basato sulla partecipazione sia dell’IDA che delle Ferrovie dello Stato ai progetti di cooperazione transfrontaliera INTERREG Italia-Croazia “ICARUS” e “MIMOSA”, due importanti iniziative che puntano a migliorare l’offerta di soluzioni di trasporto passeggeri sostenibili e a promuovere le connessioni intermodali nella regione ionico- adriatica. L’intesa raggiunta è stata commentata dal direttore dell’Agenzia di sviluppo della Regione istriana, il quale ha sottolineato che la firma è stata preceduta da un’attenta analisi sistematica delle carenze e dei difetti delle infrastrutture esistenti, ma anche da un’attenta valutazione delle potenziali iniziative di sviluppo delle stesse. “Poiché il sistema di infrastrutture ferroviarie dell’Istria è tutt’altro che all’altezza abbiamo avviato una collaborazione con le Ferrovie”, ha detto Sabatti, aggiungendo che l’accordo siglato nei giorni scorsi favorirà gli investimenti nel settore ferroviario istriano. Investimenti che entrambi i partner del progetto intendono realizzare attingendo ai fondi europei. Nel prosieguo del discorso, Boris Sabatti ha evidenziato che nell’immediato futuro l’IDA e le Ferrovie croate daranno il via a una serie di attività e programmi di sviluppo delle infrastrutture e del servizio di trasporto ferroviario in Istria, che dovrebbe contribuire – come sottolineato in precedenza – a una migliore connettività multimodale della Regione al network dei trasporti su rotaia, alla promozione e valorizzazione turistica del territorio e allo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, cicloturismo compreso. Nello specifico, grazie alla collaborazione tra l’Agenzia e le Ferrovie, nell’ambito del progetto ICARUS ed entro l’inizio della stagione turistica 2021 i due partner prevedono di riconfigurare gli interni di alcune carrozze dell’unico treno oggi in servizio in Istria, che entro la prossima estate potrà accogliere e trasportare anche i ciclisti e le loro biciclette. Inoltre, è previsto anche l’acquisto di attrezzature indispensabili, come le colonnine di ricarica per biciclette elettriche e i pannelli informativi, da installare in tutte le stazioni ferroviarie della penisola in collaborazione con tutte le Città e i Comuni istriani interessati dall’iniziativa, nella quale saranno coinvolti anche l’Ente per il turismo dell’Istria centrale e l’Agenzia regionale per lo sviluppo del turismo. Sabatti ha poi annunciato che grazie a ICARUS saranno realizzati anche altri due progetti, che prevedono di trasformare le vecchie strade ferrate ormai in disuso del Rovignese e del Comune di Canfanaro in due nuove piste ciclabili. Grazie a MIMOSA, nei prossimi due anni, dovrebbero essere invece sviluppati altri servizi di promozione del territorio attraverso l’integrazione di nuovi sistemi di mobilità sostenibile con quelli di bigliettazione del trasporto pubblico regionale e il lancio di un sistema di smart card e della piattaforma Via Istria.

Facebook Commenti