SMSI Rovigno. Il meglio di un anno insolito

Anche la preside Ines Venier si dice soddisfatta di quanto conseguito dai ragazzi

L'edificio della Scuola media superiore di Rovigno

Quello appena conclusosi è stato un anno scolastico a dir poco particolare. Tuttavia, contro ogni aspettativa, il successo non è venuto a mancare. Pure gli studenti della Scuola media superiore italiana di Rovigno hanno conseguito risultati eccellenti agli esami della maturità di stato.
Matteo Sergio Pozzi, che ha finito l’indirizzo tecnico fisioterapista ed ha conseguito il primo posto del livello B (basso) all’esame di lingua italiana, ha dichiarato: „Ho raggiunto il primo posto grazie alla prova del saggio di lingua italiana, e grazie a questi risultati sono riuscito ad iscrivermi alla Facoltà di Fisioterapia di Fiume, e spero poi di poter studiare osteopatia. È stato un anno particolare, ma rispetto alle generazioni precedenti l’unica differenza sono state le preparazioni agli esami che si sono tenute online. Durante gli esami ci siamo attenuti ai regolamenti imposti dalla Protezione civile e ci siamo sentiti sicuri. Forse siamo stati un po’ svantaggiati rispetto alle generazioni precedenti, ma abbiamo comunque ottenuto buoni risultati“.

La preside Ines Venier

Nicole Oblak e Lara Kercan sono state premiate ed elogiate per l’ottimo profitto e la condotta esemplare conseguiti in tutti i quattro anni della scuola media superiore e hanno raggiunto altrettanto ottimi risultati agli esami di maturità . Lara Kercan, ora ex alunna dell’indirizzo di tecnico fisioterapista, la quale ha ottenuto ottimi risultati agli esami di livello alto di lingua italiana, inglese e croata si è iscritta alla Facoltà di Riabilitazione ed Educazione a Zagabria: si ritiene soddisfatta dei risultati ottenuti.
Nicole Oblak, del liceo generale ha conseguito ottimi risultati all’esame di lingua inglese e per quanto riguarda l’esame di lingua italiana ha conseguito il primo posto nella prova del saggio e complessivamente il secondo posto al livello A (alto). Ha dichiarato che intende proseguire gli studi all’estero.
Tra gli altri studenti elogiati per l’ottimo profitto, la condotta esemplare o per i risultati sportivi durante l’anno ricordiamo Aleksandar Fatorić, Chiara Ferrara e Karla Šverko del liceo generale, Ana Marić, Gaia Paljuh e Carlo Žužić dell’indirizzo di tecnico fisioterapista, e Leandro Malusà ed Alberto Pokrajac dell’indirizzo perito alberghiero-turistico.
La f.f. di preside della scuola, Ines Venier ha asserito: “Alla consegna dei diplomi tenutasi il 23 Luglio ho elogiato i ragazzi per i risultati ottenuti nonostante tutte le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare durante l’anno scolastico. Gli allievi hanno superato molte prove e, guardando anche le iscrizioni alle Università, posso dire che sono fiera degli studenti della scuola, i quali sono riusciti a prendere il meglio da quest’anno sfavorevole . Vorrei fare un esempio, alla Facoltà di fisioterapia di Fiume dove il massimo di posti disponibili alle iscrizioni è di 30 studenti, due sono della nostra Scuola. Siamo inoltre soddisfatti anche perché le notifiche per le iscrizioni alle prime classi effettuate dai candidati hanno registrato un aumento dell’interesse per gli indirizzi nel campo della sanità e della previdenza sociale, però allo stesso tempo hanno dimostrato un notevole interesse anche per gli altri indirizzi nella nostra offerta formativa. Vorrei inoltre ringraziare tutto il personale docente per l’impegno e la professionalità dimostrate nell’affrontare le particolarità e le sfide che si sono presentate nel campo didattico ed extradidattico e tutto il collettivo per tutto il lavoro svolto durante quest’anno scolastico“ , ha concluso la f.f. di preside Venier.

Lara Kercan e Matteo Sergio Pozzi

Ai diplomati oltre al diploma ed elogi e’ stato consegnato l’annuario , giunto alla 23-esima edizione, la pubblicazione del quale e’ stata finanziata anche quest’anno dalla Citta’ di Rovigno a cui va un sentito grazie da parte della Scuola. Anche se in forma ridotta, per motivi legati alla situazione pandemiologica, l’annuario illustra le numerose attivita’ svolte durante quest’anno scolastico, con particolare riferimento a quelle legate agli stessi maturandi.

Facebook Commenti