Si è spento il Maestro Klaudio Žigante

Ha destato profonda commozione nel Parentino l’improvvisa scomparsa del Maestro Klaudio Žigante.

 

Figura di primo piano della musica locale e regionale, si dedicò alla tutela e alla promozione del patrimonio musicale istriano, istruendo molti musicisti, che oggi costituiscono l’ossatura della scena musicale istriana.

Nato a Montona nel 1940, dopo aver studiato tromba e clarinetto, il Maestro Žigante inizio la sua carriera a Pisino, insegnando cultura musicale nella locale Scuola elementare e poi anche nel Ginnasio. A Pisino fu anche dirigente di coro e promosse l’organizzazione di numerosi concerti ed eventi artistico-culturali. Perciò, l’allora Assemblea comunale pisinese gli conferì il Premio “25 settembre”, il massimo riconoscimento cittadino.

Il Maestro Žigante insegnò quindi nella Scuola musicale elementare parentina, fino al pensionamento, dirigendo con successo pure l’Orchestra a fiati scolastica. I connazionali parentini lo ricordano con affetto quale loro insegnante all’allora sezione in lingua italiana della Scuola elementare “Unità e fratellanza”. Diversi suoi allievi suonano ancora nelle Bande d’ottoni delle Comunità degli italiani di Visinada e di Torre.

Il Maestro Žigante promosse la Rassegna del folclore del Parentino. Nel 1992 fondò la Banda d’ottoni “Porečki delfini” (Delfini parentini), tuttora attiva e nel 1993 contribuì all’istituzione della Banda d’ottoni della CI, che diresse fino al 2013. “I connazionali di Visinada – così la presidente del sodalizio, Neda Šainčić Pilato – ricordano con affetto le serate delle prove, per le quali non ci si disdegnava di spostarsi anche a piedi, pur di trascorrere qualche ora in compagnia”.

“Fu anche direttore dell’Università popolare aperta di Parenzo, contribuendo, negli anni Novanta del secolo scorso, al rilancio dell’attività culturale parentina”, ricorda il vicepresidente dell’Assemblea regionale Marino Baldini.

La municipalità parentina nel 2002 gli conferì il Diploma 30 aprile, mentre L’Organizzazione internazionale della Gioventù musicale con sede in Croazia, riconoscendo il suo pluriennale impegno nella promozione dei valori musicali, nel 1992 gli assegnò la Targa d’argento. A questi riconoscimenti nel 2019 si aggiunse il Premio San Mauro.

Socio della Comunità degli Italiani di Parenzo, dove la figlia Klaudia canta nel complesso delle “Parentine”, partecipò con piacere ai programmi allestiti nel Teatrino e alle altre iniziative comunitarie. Le CI di Parenzo e di Visinada si associano, unitamente al sindaco Loris Peršurić e alla direttrice dell’Università popolare aperta di Parenzo Snježana Radetić al dolore della famiglia e al ricordo dell’uomo, Maestro e amico Klaudio Žigante.

Facebook Commenti