Sì a 84 nuovi alloggi a Spinel

Il sindaco, Vili Bassanese e il direttore dell’Agenzia per gli immobili, Dragan Hristov, hanno siglato a Zagabria il contratto per la costruzione del quarto condominio di housing sociale. Stando alle previsioni, i lavori potrebbero iniziare nei primi mesi dell’anno prossimo

Il progetto del futuro condominio che sorgerà a Spinel

Nella sede dell’Agenzia degli immobili (APN) di Zagabria, il sindaco di Umago, Vili Bassanese e il direttore dell’APN, Dragan Hristov, hanno firmato il contratto che definisce i rispettivi obblighi per la costruzione, nella zona residenziale di Spinel, di 84 alloggi con la formula dell’edilizia agevolata, che sottintende un prezzo del metro quadrato dell’alloggio inferiore rispetto a quello di mercato, con la possibilità di un pagamento dilazionato nel tempo.

 

La firma del contratto spiana la strada alla costruzione di una palazzina di cinque piani, nella zona di Spinel, che è molto bella e poco distante dai grandi centri commerciali, dalle scuole, dal centro e dalla tangenziale. L’investimento è frutto della politica di costruzione agevolata largamente praticata in Croazia e soprattutto a Umago, dove finora sono state costruite già tre palazzine con un totale di 122 alloggi (33 a Punta, 39 a Comunella e 50 a Spinel). Il nuovo condominio sorgerà su un lotto di 6.600 metri quadrati. L’edificio si svilupperà su cinque piani, su una superficie utile di 5.299 metri quadrati, con 18 alloggi di 44 mq per i single, 13 alloggi di 55 mq per 2 persone, 31 alloggi di 67 mq per 3 persone, 20 alloggi di 76 mq per 4 persone e 2 alloggi di 85 mq per nuclei familiari di 5 persone. L’edificio sarà inoltre dotato dell’ascensore e disporrà di un vasto parcheggio.

Dragan Hristov e Vili Bassanese alla firma del contratto

I preparativi per la costruzione di 84 alloggi nella zona di Spinel sono a buon punto, come ci conferma l’assessore cittadino agli Affari comunali e alla pianificazione ambientale, Diego Banković. “Attualmente stiamo completando la documentazione relativa al rilascio della licenza edilizia, come previsto dal contratto firmato a Zagabria – dice –, ma siccome di alloggi ce ne saranno tanti, dobbiamo pensare anche alla progettazione e alla costruzione di una centrale di trasformazione elettrica nuova. A imporcelo è l’Ente elettroenergetico nazionale (HEP) e questo influirà sui termini di rilascio della licenza edilizia. Per il resto tutto procede bene”.

A Umago, città leader in Croazia per il suo programma sociale a favore delle giovani famiglie, grazie al quale il problema dell’alloggio è stato quasi risolto, quindi, il programma di edilizia agevolata non si ferma.

Per quanto riguarda il futuro condominio, è stato già redatto un catalogo con gli 84 alloggi, grazie al quale ogni acquirente che ha superato la selezione, può vedere in 3D il suo futuro alloggio.
All’inizio si era pensato di costruire una palazzina con 120 appartamenti, ma visto il grande numero di richieste avanzate da famiglie con più figli, è stata aumentata la superficie degli alloggi e ridotto il loro numero, a vantaggio della qualità, senza tuttavia trascurare le esigenze delle coppie e dei singoli. Una volta definite le priorità, la Città aveva sottoposto all’attenzione dell’Agenzia degli immobili il progetto preliminare, che era stato accettato e che ora è stato anche ufficializzato con la firma del contratto.
Non appena il progetto otterrà la licenza edilizia, si provvederà al concorso pubblico per la cessione dell’appalto dei lavori, che viste le circostanze potrebbero iniziare nei primi mesi dell’anno prossimo. Fino ad allora la Città dovrà definire la propria quota di partecipazione in termini di infrastrutture, che ovviamente influirà sul costo (contenuto) dell’alloggio.

Facebook Commenti