Sanvincenti si prepara per il Festival del formaggio

L'ottava edizione si svolgerà il 21 e 22 settembre. Sarà scelta anche "Miss Capra"

Una foto della passata edizione del Festival del formaggio. Foto Goran Kovacic/PIXSELL

La produzione del formaggio ha origini antichissime. La leggenda narra che nell’antichità un pastore avesse messo del latte in uno stomaco di pecora in cui era rimasto del caglio, latte che poi si trasformò in formaggio. Le prime tracce di un allevamento di pecore e capre sono state trovate in Asia e risalgono al 7.000-6.000 anni a.C.
Da allora a oggi il formaggio in tutte le sue declinazioni è diventato fondamentale nell’alimentazione dell’uomo. Ecco uno dei motivi per recarsi il prossimo fine settimana (21 e 22 settembre) a Sanvincenti (Sveti Vinčenat) per il tradizionale Festival del formaggio: sono attesi i migliori produttori del territorio e non solo; un tuffo, per gli appassionati, in tutto quanto faccia formaggio. Dalle 11 alle 19 in piazza a Sanvincenti i produttori offriranno ai visitatori e informazioni sul dio formaggio che qualcuno ha paragonato a una droga. Durante la digestione la caseina, si scinderebbe in oppiacei chiamati casomorfine. Una volta in circolo innescherebbero una reazione col cervello tra le più coinvolgenti che un cibo possa provocare. Se mangiamo formaggio dalla nascita, liberarsi da una dipendenza così lunga risulta difficilissimo…
Da non perdere l’apertura dell’ottava edizione drl Festival quando verrà tagliata una forma di 8 kg i cui pezzi poi saranno offerti ai visitatori. A Sanvincenti saranno presenti i seguenti caseifici: Sirana Zlata, Sirana Runolist, Sirana Majcani, Vesna Loborika, Mljekara Latus, Sirana Mih, OPG Sia, Sirana Orbanić, Stancija Kumparička, OPG Macan, OPG Peršić, OPG Maliki, Sirana Baške oštarije, Sirana Mliječno s potpisom e Sapori Istra. Spazio anche agli altri prodotti autoctoni. Sabato 21 settembre alle 15 si parlerà di abbinamento formaggio-vini e a seguire verrà proclamata Miss Capra 2019 e le capre più belle in altre particolari categorie.
Oltre ai prodotti caseari il giorno 20 si terrà una tavola rotonda dal titolo “La lana istriana” nell’ambito del progetto “Bio Regione Istria”. L’obiettivo è riconoscere l’importanza della lana nella vita delle famiglie istriane, dal passato al presente, e creare le linee guida per il futuro in modo da far ritornare la lana nel vivere quotidiano i tempi nostri.

Facebook Commenti