Sanvincenti recupera pure il nucleo storico

Dopo il Castello Morosini-Grimani, ora tocca alle piazze e agli edifici situati nel centro del Comune

La loggia di Sanvincenti

A febbraio ha avuto avvio il progetto “Rivitalizzazione del nucleo rinascimentale protetto di Sanvincenti”, che prevede investimenti nell’infrastruttura turistico-culturale della località. Una manovra decisiva per stare al passo con le tendenze turistiche e lo sviluppo dell’infrastruttura turistica attraverso una nuova interpretazione del patrimonio culturale.
“La ricostruzione del Castello Morosini-Grimani ha aperto la strada all’ulteriore sviluppo del turismo nel Comune. Adesso, attraverso il progetto di recupero del nucleo storico proseguiamo nella realizzazione di quanto nella nostra strategia di valorizzazione del patrimonio culturale di Sanvincenti quale ambiente ideale per lo sviluppo di un turismo sostenibile, che consenta parallelamente di piazzare i prodotti locali”, ha detto il sindaco di Sanvincenti, Dalibor Macan. Che non ha mancato di ringraziare i validi collaboratori che da anni portano avanti con successo progetti di respiro europeo, garantendo preziosi mezzi finanziari e una lettura moderna del territorio.

Una vediuta del Castello Morosini-Grimani

Ora si provvede a tanto attraverso il meccanismo ITU per le attività di sviluppo urbano sostenibile con spiccata dimensione territoriale. Si tratta di un nuovo meccanismo dell’UE per il periodo 2014-2020, che consente di supportare finanziariamente le attività integrate di collaborazione tra le unità d’autogoverno locale e regionale. Grazie alla Città di Pola, che ha riconosciuto il potenziale culturale e le possibilità di fruire del meccanismo, il Comune di Sanvincenti ha candidato il progetto di rivitalizzazione e recupero del nucleo rinascimentale della località, vedendosi assegnare mezzi a fondo perduto. Il titolare del progetto è lo stesso Comune di Sanvincenti, che ha nella locale Comunità turistica un valido partner. Il valore del progetto è di 3.316.596 kune, di cui 2.750.000 ottenuti a capitale perduto dal Fondo per lo sviluppo regionale. Il progetto avrà durata di 30 mesi, tanto che si concluderà il 1.mo agosto del 2022. Previsto pure l’equipaggiamento multimediale della Loggia e l’installazione dell’illuminazione pubblica e decorativa in piazza, lungo la passeggiata Žlinja e interventi edili per la messa a punto della passeggiata lungo il lato occidentale della città principale.

Il sindaco di Sanvincenti, Dalibor Macan

La Loggia è bene materiale tutelato e sarà dotata di attrezzature audiovisive, con giochi interattivi, storie del passato e narrazioni (il tutto raccolto sotto la denominazione “Modern Blast From the Past”).
Il turismo oggi guarda al vissuto di esperienze, all’interazione, alla presentazione dei storie locali e allora è prevista una sorta di “storytelling” quale prodotto locale indirizzato ai turisti.
Nell’ambito del progetto sarà organizzato un corso per guide-interpreti. Si tratta nello specifico di un corso della durata di 40 ore, con licenza dell’Associazione europea per l’interpretazione del patrimonio Interpret Europe. Il training è indirizzato in primo luogo alle guide turistiche, ma vi possono aderire pure altri interessati. Il progetto ha svolgimento nell’ambito del Programma operativo Competitività e coesione 2014-2020.

Facebook Commenti