San Martino: occhio al bicchiere

La Polstrada farà controlli per garantire la sicurezza nel traffico

Continuano le azioni intensificate della Polstrada istriana, iniziate nel fine settimana scorso, nell’ambito della tradizionale Festa di San Martino, quando viene battezzato il vino novello. Le attività della Polizia, volte a diminuire il numero di incidenti stradali lungo le viabili della Regione, continueranno nel corso di tutta la settimana, soprattutto nelle ore notturne, riservando particolare attenzione all’eventuale stato d’ebbrezza dei conducenti. Naturalmente, nessuno sconto per i conducenti che non avranno rispettato le altre regole del Codice stradale e in particolare quelle riguardanti il rispetto dei limiti di velocità, il sorpasso azzardato, nonchè l’uso del cellulare e il mancato uso della cintura di sicurezza durante la guida. I controlli si svolgeranno in diverse località, ritenute critiche stando alle infrazioni e agli incidenti avvenuti in precedenza e dovuti, appunto, alla guida in stato etilico.

 

I conducenti sono quindi invitati a prestare la massima attenzione sulle strade, che in questo periodo solitamente sono bagnate e viscide, per cui pericolose, e sopratutto di non mettersi alla guida in preda ai fumi dell’alcol. Va detto inoltre che nel corso della festività di San Martino l’anno scorso in Istria 28 conducenti erano stati sorpresi ubriachi al volante, di cui uno con un tasso d’alcol nel sangue di 2,46 g/l. Lo scorso weekend lungo le viabili regionali sono state riscontrate 24 infrazioni e a un conducente è stato rilevato un tasso d’alcol nel sangue di ben 3,08 g/l.

Nell’ambito delle attività intensificate nel corso della tradizionale festività di San Martino, la Polstrada polese nel tardo pomeriggio di martedì ha svolto un’azione mirata nella zona del Mandracchio, finalizzata in primo luogo al controllo del tasso alcolemico dei conducenti. E questa volta i risultati sono stati più che lusinghieri. Nel punto di controllo dove tra l’altro era installato pure quello informativo, sono stati controllati 46 conducenti: di questi, 43 erano completamente sobri, mentre a tre è stato rinvenuto un tasso d’alcol nel sangue inferiore allo 0,5 g/l. La Stradale, tra l’altro, sino alla fine dell’anno promuoverà il progetto “Budi vidljiv (Sii visibile)”, volta all’aumento della sicurezza dei pedoni, una tra le categorie ritenute più a rischio nel traffico. Nel corso dell’ultima iniziativa, dunque, i pedoni sono stati invitati a rispettare le normative del Codice stradale; dopo aver ricevuto informazioni utili sul modo corretto di procedere, hanno ricevuto dei nastri catarifrangenti. Le attività sull’info-point informativo si sono svolte in sintonia con le misure epidemiologiche dovute all’emergenza dell’epidemia di Covid-19.

Facebook Commenti