Rovigno. Accordo di collaborazione tra la CI e la «Giusto Curto»

Si guarda alla tutela e alla promozione della tradizione culturale, della vita sociale e dei valori identitari della città e della CNI

0
Rovigno. Accordo di collaborazione tra la CI e la «Giusto Curto»
Gianfranca Šuran, Gianclaudio Pellizzer, Viviana Benussi, Aldo Arianno Dapas e Riccardo Bosazzi. Foto: ROBERTA UGRIN

È stato firmato ieri mattina, nella sala grande della Comunità degli Italiani “Pino Budicin” di Rovigno l’Accordo di collaborazione fra lo stesso sodalizio e l’Associazione artistico-culturale “Giusto Curto”. Ad apporre la firma sul documento sono stati i presidenti delle due associazioni, rispettivamente Viviana Benussi e Aldo Arianno Dapas.

L’Accordo prevede una collaborazione tra le due istituzioni finalizzata al raggiungimento di fini comuni, inerenti alla conservazione, alla promozione e allo sviluppo della tradizione culturale, della vita sociale e dei valori identitari legati alla città di Rovigno e alla Comunità Nazionale Italiana.
Viviana Benussi ha voluto ricordare che l’Accordo è stato approvato all’unanimità dal Consiglio della Comunità, al termine di un dibattito costruttivo, teso anche a migliorarne il contenuto. “Si tratta di una delle prime iniziative promosse dalla lista ‘Insieme, le persone al centro’ volta a creare una Comunità inclusiva, unita, forte e piena d’iniziative e attività che coinvolgano un grande numero di attivisti. In passato molti sono stati gli errori commessi da entrambe le parti, con prese di posizione contrapposte, ma attraverso un dialogo democratico e con la firma di quest’Accordo di collaborazione vogliamo testimoniare l’importanza dell’inclusività e della partecipazione attiva di tutti i connazionali, affinchè la CNI di Rovigno torni a essere il fermo punto di riferimento che è stata negli ultimi settant’anni per tutta la nostra società”, ha rilevato la presidente del sodalizio Viviana Benussi.
Aldo Arianno Dapas, presidente della “Giusto Curto”, si è detto soddisfatto della collaborazione con la nuova dirigenza della CI locale, descrivendola lungimirante e piena di buoni propositi. “L’Accordo è stato un parto facile, anzi, siamo convinti che collaborando, uno più uno farà sempre tre. Abbiamo sbagliato un po’ tutti nel passato, ma ora guardiamo al futuro con tante nuove proposte di collaborazione”, ha detto Dapas nel suo intervento.
La presidente del Comitato esecutivo del sodalizio, Gianfranca Šuran, prima della firma dell’Accordo, ha illustrato i singoli articoli, che definiscono il coordinamento e l’armonizzazione degli scambi di carattere artistico, culturale e sociale in ambito locale e delle istituzioni che fanno capo all’Unione Italiana, promuovendo la produzione artistica degli appartenenti alla CNI a livello locale, regionale, nazionale e nella nazione d’origine, stabilendo di comune accordo gli obiettivi specifici di ogni singola attività.
All’incontro hanno partecipato pure il vicepresidente della CI, Gianclaudio Pellizzer e Riccardo Bosazzi, vicepresidente della “Giusto Curto”.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display