Rovigno. Brillano le 5 stelle del Grand Hotel Park

Brillano le cinque stelle dell’albergo Park a Rovigno. Il lussuosissimo hotel è stato inaugurato circa un mese fa ed è stato subito definito “uno degli investimenti più importanti dall’indipendenza della Croazia”. Investimento realizzato dalla Adris grupa, che ha portato a termine così il rinnovo di Monte Mulini, una delle zone turistiche più belle sulla costa orientale dell’Adriatico, in cui è stato iniettato un miliardo e mezzo di kune (circa 200 milioni di euro).

L’area situata a pochi passi dal centro storico di Rovigno, comprende l’albergo Monte Mulini (realizzato nel 2009), il Lone che è il primo hotel design in Croazia, aperto nel 2011, e l’Eden rimesso a nuovo pochi mesi fa. Nelle immediate vicinanze si trova anche il lungomare e la spiaggia Mulini Beach, riadattati nel 2014.
La maggior parte dell’investimento, però, riguarda proprio il Grand Park Hotel Rovinj, la cui costruzione è iniziata nel 2017, per cui l’Adris ha investito 700 milioni di kune (poco meno di 100 milioni di euro), mentre il progetto è stato definito di importanza strategica pure dal governo. Il 5 stelle fa parte del Maistra Collection brand, che raggruppa gli alberghi di massima categoria, dispone di 193 camere e 16 suite, suddivisi su sei piani. Il progetto è firmato dallo studio architettonico 3LHD, che ha curato pure la realizzazione degli alberghi Lone, Adriatic e della spiagga Mulini Beach. Le camere hanno dai 40 ai 175 metri quadrati e possono ospitare fino a 500 turisti. Non bisogna dimenticare nemmeno i 6 ristoranti con un’offerta enogastronomica di massima qualità.
Il Grand Hotel Park Rovinj ispone anche della più grande zona wellness in Istria: nei 3.800 metri quadrati suddivisi su due piani l’Àlbaro Spa&Wellness, infatti, dispone di spazi interni ed esterni, incluse le tre piscine sul tetto della struttura.

Gli interni parlano italiano

Gli interni dell’hotel sono stati realizzati dallo studio di Piero Lissoni – Lissoni Associati, uno dei più famosi designer mondiali. Lo studio di Milano è conosciuto per il minimalismo, che prevede la massima concentrazione sui dettagli e sulla scelta dei materiali. Per la struttura alberghiera rovignese i designer lombardi si sono ispirati ai toni mediterranei e nella progettazione sono stati usati soprattutto materiali naturali, come vari tipi di roccia e legno. Nei corridoi dominano toni blu scuro, mentre nelle camere prevale il blu chiaro, ma non manco riferimenti al grigio, al beige e ai colori della terra.

Facebook Commenti