Porto Albona. Tanti problemi sul lungomare

Rifiuti in «abbondanza», auto in sosta ovunque, merce in vendita sulle aree pubbliche...

0
Porto Albona. Tanti problemi sul lungomare
Il sindaco di fronte a uno dei punti vendita. Foto: VALTER GLAVIČIĆ/FACEBOOK

“Tanta gente, tanti problemi”. Ha riassunto così la situazione in cui si trova in questi giorni (anche) Porto Albona (Rabaz) il sindaco albonese Valter Glavičić, dopo aver visitato la parte centrale della località, ovvero la Riva e un tratto del lungomare. Come hanno notato sulle reti sociali alcuni internauti, il sindaco non ha scoperto nulla di nuovo, ma egli ha comunque voluto condividere le proprie osservazioni con i cittadini sui social e il giorno successivo anche con i giornalisti, prima della cerimonia tenutasi in occasione del 5 agosto nel Parco dei difensori croati.
“Oggi nel nostro territorio i turisti sono più numerosi degli abitanti fissi. Servono pazienza e comprensione, mentre noi che abbiamo il potere decisionale dobbiamo provvedere a quanto necessario per rendere il territorio vivibile”, ha detto spiegando il motivo della sua visita, che lo ha portato dalla baia di Maslinica fino al faro. Pochi chilometri, ma con una serie di problemi scaturiti innanzitutto da comportamenti irresponsabili di alcune persone: rifiuti abbandonati di fronte ai contenitori, automobili parcheggiate ovunque, merce in vendita anche fuori dai luoghi designati, sulle aree pubbliche…
Si cercherà di smaltire le enormi quantità di rifiuti con asporti più frequenti da parte della municipalizzata “1. maj”, per i quali Glavičić spera che la ditta disponga di un numero sufficiente di dipendenti. Le guardie comunali intensificheranno i loro controlli per prevenire gli (eventuali) abusi dello spazio pubblico da parte dei commercianti che gestiscono i punti vendita in Riva e sul lungomare in quanto “le pinne, le scarpe sportive e simili stupidaggini in plastica” non possono usurpare lo spazio pubblico. Va detto comunque che il tipo di merce offerto in vendita potrebbe essere definito dagli atti cittadini legati all’affitto dei punti vendita ai commercianti.
Glavičić ha invitato tutti i cittadini a rispettare le regole e a non parcheggiare dappertutto. “Sappiamo che per le nostre decisioni avremo il sostegno dei nostri concittadini. Porto Albona era la perla del Quarnero e anche se in questo momento non lo è più, lo sarà di nuovo. Nessun vuole che sia una destinazione di poco valore e sgradevole, ma proprio l’opposto”, ha concluso il sindaco Glavičić.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display