Pisino. Festival della genziana, prima edizione online

L’evento vuole promuovere le bellezze naturali della Cicceria, le sue tradizioni e le erbe officinali del territorio

In agenda oggi e domani la prima edizione (online) del Festival della genziana, quale evento centrale del progetto “Kaštelir”, che si ripropone di promuovere le bellezze naturali della Cicceria, le sue tradizioni e le erbe officinali del territorio, con particolare riferimento alla genziana e alla sua coltivazione. A promuovere la manifestazione sono il Comune di Lanischie e la Regione istriana. Il Festival della genziana si potrà “visitare” sulla pagina Facebook del progetto “Kaštelir” https://www.facebook.com/kastelir.interregsihr/, dove si potranno seguire numerose lezioni e laboratori incentrati sulla vita nei castellieri, la botanica e l’etnobotanica, la cucina tradizionale, le erbe officinali, l’agricoltura ecologica e gli antichi mestieri.​​
Nel presentare la manifestazione nella sede pisinese della Regione istriana, l’assessore regionale all’Agricoltura, Ezio Pinzan, ha fatto notare che l’area della Cicceria rappresenta un grande potenziale per lo sviluppo dell’agricoltura e della produzione ecologica, per cui il Festival è rivolto non soltanto a uno sviluppo economico, ma anche alla sua affermazione in ambito turistico.
​​​Come ha spiegato Maja Vižintin, incaricata dei progetti internazionali nell’ambito dello stesso assessorato, l’evento si svolgerà in due tornare: a questa prima, volutamente online, nel pieno rispetto delle misure epidemiologiche, ne seguirà una seconda, nel febbraio dell’anno prossimo, con tutta una serie di contenuti educativi, gastronomici e promozionali.
Maja Vižintin ha pure ricordato che il progetto “Kaštelir” è volto a uno sviluppo sostenibile del turismo rurale dal Carso al Quarnero, facendo leva sugli antichi castellieri e l’etnobotanica. Viene attuato nell’ambito del programma di collaborazione transfrontaliera Interreg SI-HR dall’inizio di ottobre del 2018 da otto partner progettuali, tra i quali la Regione istriana e il Comune di Lanischie. Un progetto che a detta del sindaco, Roberta Medica, offre al Comune di rivitalizzare il suo ricco patrimonio storico-culturale e naturale. Stando alla responsabile del progetto, Astrid Prašnikar, questo consentirà la presentazione di una ventina di castellieri, di un totale di 550, quanti se ne trovano nell’area progettuale. A nome del Parco naturale del Monte Maggiore, Hrvoje Krivošić, si è infine soffermato a parlare delle caratteristiche della genziana e delle proprietà curative delle radici essiccate di questa pianta, che cresce esclusivamente nelle zone collinari e montane. Intanto, nel perimetro del Parco naturale, ne è stata messa a dimora una piantagione sperimentale.

Facebook Commenti