Parenzo. Asili: serve più spazio

Incontro con il settore per trattare delle imminenti iscrizioni e delle necessità delle istituzioni prescolari

0
Parenzo. Asili: serve più spazio

Il sindaco Loris Peršurić, l’assessore municipale alle Attività sociali Vesna Kordić e la responsabile del Settore per l’educazione prescolare e scolare, la cultura, la cultura tecnica, lo sport e la ricreazione Nadia Štifanić Dobrilović, hanno incontrato le direttrici dell’asilo “Radost” Divna Radola e di quello italiano “Paperino” Nataša Musizza. L’incontro si è svolto nell’asilo di Sbandati ed è servito per parlare delle imminenti iscrizioni alle istituzioni prescolari e delle esigenze di quest’ultime. A Parenzo gli indici di natalità sono positivi e quest’anno ci sono circa 20 neonati in più rispetto all’anno precedente. “Nell’ultimo triennio abbiamo costruito e inaugurato tre nuovi asili con gruppi nido, ma l’aumento continuo della natalità genera nuove necessità. La nostra priorità sta nell’offrire a tutti i bambini condizioni uguali e di qualità e posti sufficienti in tutte le istituzioni. Perciò stiamo già lavorando attivamente alla progettazione di nuovi asili nido per aiutare le famiglie e soddisfare le crescenti necessità”, ha affermato il primo cittadino. Quest’anno è in piano il rinnovo energetico del “Radost II”, con il cofinanziamento del Fondo per la tutela ambientale e l’efficienza energetica. In piano anche l’edificazione di un nuovo asilo a Varvari, dove opera già una sezione del “Paperino”, per il quale il Municipio conta di presentare la domanda di cofinanziamento nell’ambito del Programma nazionale di recupero e resilienza, disponendo già di tutta la documentazione necessaria. Sono in corso pure i preparativi per l’edificazione dell’asilo a Villanova, il cui Comitato locale è tra i maggiori a Parenzo.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display