Nuova linfa al bosco di Contia

Grazie alla catena commerciale danese JYSK l’Ente forestale di Pinguente ha messo a dimora 1.500 roverelle

L’azione di rimboschimento sul versante settentrionale del Canale di Leme

Nell’ambito della quarta fase del progetto “Non risparmiare sul bosco!” (Ne štedi na šumi!), la catena commerciale danese JYSK, presente pure in Croazia, ha donato 1.500 piante di quercia per il rinnovo del bosco di Contia, sul versante settentrionale del Canale di Leme. Il progetto è stato avviato con l’intento di sollecitare la cittadinanza e gli stessi dipendenti aziendali a prestare maggiore attenzione all’ambiente, aderendo alle azioni di rimboschimento. I riscontri sono stati notevoli, considerando che finora sono state messe a dimora 16.500 piante. Nell’aprile dell’anno scorso nel Parco naturale di Medvednica a Zagabria sono stati piantati 10mila faggi; nell’ottobre, sempre di un anno fa, sulla montagna di Promina presso Drniš sono state messe a dimora 2mila piante di vegetazione autoctona, in primo luogo pino, mentre la scorsa primavera l’area di Gurdutovci presso Mikanovci, in Slavonia è stata arricchita di 3mila querce. Ora è stata la volta dell’Istria e del bosco di Contia, dove sono state messe a dimora 1.500 piante di roverella (Quercus pubescens), che la JYSK ha acquistato con il ricavato dalla vendita dei sacchetti di plastica nei due mesi che hanno preceduto l’azione.

Il progetto viene infatti attuato in due fasi: quella primaverile interessa la Croazia continentale, mentre quella autunnale è rivolta all’Istria e alla Dalmazia. A causa della sfavorevole situazione epidemiologica, questa volta l’azione di rimboschimento è stata interdetta alla popolazione locale e ai dipendenti aziendali (eccetto alcuni dirigenti) onde evitare eventuali contagi, per cui l’operazione è stata affidata alle maestranze della filiale di Pinguente dell’Ente forestale “Hrvatske šume”, alla quale l’azienda ha donato pure tutte le attrezzature necessarie.

Vesna Kukić Lončarić

“È una grande soddisfazione avere l’opportunità di fare qualcosa a beneficio dell’ambiente. Con quest’iniziativa desideriamo sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di lasciare un mondo migliore alle generazioni future”, ha dichiarato Vesna Kukić Lončarić, Country manager JYSK per Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina e Serbia.

Predrag Trope, a capo della filiale di Pinguente dell’Ente forestale ha aggiunto che i cambiamenti climatici rappresentano un grande pericolo sopratutto per i boschi. Per questo ha ringraziato sentitamente i rappresentanti della catena commerciale danese per la grande sensibilità e l’impegno profuso per dare nuova linfa all’ambiente. “Con una gestione oculata e responsabile delle aree verdi -ha concluso -, sarà possibile mitigare le conseguenze dei cambiamenti climatici, lasciando in eredità alle generazioni future un ambiente più accogliente.

Facebook Commenti