Lisignano. La bassa marea fa riaffiorare le bombe (foto)

Picchi di bassa marea eccezionale nell’estremo sud-est dell’Istria stanno caratterizzando questi primi giorni di novembre. Il fenomeno interessa soprattutto l’area di Lisignano, non tanto per l’acqua basse, ma per le decine di bombe riaffiorate dal mare lungo la costa di Marlera. Niente panico, però. Si tratta, infatti, di bombe in cemento assolutamente innocue e non di vecchi ordigni inesplosi e potenzialmente pericolosi. La presenza di bombe in cemento nelle acque antistanti Lisignano era tra l’altro già stata segnalata un mese fa dal ricercatore subacqueo fiumano, Velimir Vrzić, che negli scorsi mesi ha perlustrato i fondali di Lisignano in lungo e in largo, scoprendo la presenza di centinaia e centinaia di ordigni, o meglio repliche in cemento di bombe utilizzate in passato per le esercitazioni dei caccia bombardieri dell’Armata Popolare Jugoslava, che a Lisignano possedevano un poligono per l’addestramento dei piloti.

Il servizio completo sulla Voce in edicola mercoledì 4 novembre o in formato digitale. Clicca qui e abbonati. 

Facebook Commenti