«Laurus nobilis» premia i migliori

Quest’anno a vincere la gara letteraria indetta dalla Biblioteca civica di Parenzo sono state Petra Gluhić, Roberta Radman e Klara Pauletić. Nella PoZiCa inseriti pure i lavori di Ivan e Mihael Terlević, entrambi alunni della quinta classe della SEI «Bernardo Parentin»

La cerimonia nel foyer dell’UPA parentina

Il foyer dell’Università Popolare Aperta di Parenzo ha ospitato ieri la cerimonia di premiazione del concorso “Laurus nobilis”, che la Biblioteca civica di Parenzo bandisce ogni anno per gli alunni delle elementari e delle medie superiori, che possono partecipare con lavori in prosa o versi in lingua croata e italiana.

A valutare i lavori pervenuti è stata una giuria composta dai professori di lingua croata e italiana Blaženka Đermadi, Daria Škrinjar, Anči ​​Ritossa Blažević, Daisy Ghersinich Fiškuš, Kristina Šumberac Đorđević e Ivan Čupić, mentre a consegnare i premi è stato il sindaco, Loris Peršurić.
Nella categoria delle scuole elementari il premio per l’opera in lingua croata è andato a Petra Gluhić, alunna della terza classe della SE “Vladimir Nazor” di Orsera, per il lavoro “Samo još jedan žuti maslačak” (Solamente ancora un dente di leone). Nella categoria liceale, sempre in lingua croata, a vincere il premio è stata Roberta Radman, studentessa della terza liceo della SMS “Mate Balota” di Parenzo, con l’opera “Ruže” (Rose). La sua compagna di classe Klara Pauletić è stata invece premiata nella categoria dei lavori scritti in lingua italiana, sempre per le medie superiori, per l’opera “Ottimismo in pratica”. I premiati hanno ricevuto un buono per l’acquisto di libri e il volume PoZiCa, una raccolta delle migliori opere dei rispettivi concorsi letterari delle città di Parenzo, Zabok e Crikvenica, gemellate dal 1995, creando indissolubili legami culturali tra le tre realtà.

Nella raccolta sono stati inseriti pure i lavori che, anche se non hanno vinto il premio, la giuria ha valutato altrettanto meritevoli. Per i testi il lingua croata scritti dagli alunni delle elementari ne sono quindi entrati a far parte quelli scritti da Chiara Mačinić, Adriana Brajković, Neva Blažević e Tena Mihoković. Per i lavori scritti in lingua italiana, sempre dagli alunni delle elementari, nella raccolta sono stati inseriti “La mia fiaba”, di Ivan Terlević e “C’era una volta”, di Mihael Terlević, entrambi alunni della classe V della SEI “Bernardo Parentin” di Parenzo.

Per le medie superiori, si sono invece distinti Karla Mijić, Lucija Borštner ed Erin Fornažar nella lingua croata, nonchè Eva Fiškuš in quella italiana, tutte alunne della SMS “Mate Balota”. Ad arricchire la raccolta sono inoltre i lavori artistici di Ivana Sluganović, Etien Šimić, Chiara Mačinić, Margo Sain, Tina Radman, Leni Riosa, Riccarda Labinac, Antonija Hrvatin, Antea Blažević e Karla Dukić.

I premiati al concorso letterario

L’auspicio del sindaco
La cerimonia di premiazione è il culmine di un evento che da 24 anni incoraggia instancabilmente la creatività linguistica e l’espressione artistica dei ragazzi, oltre che a espandere i confini della comprensione e dell’amicizia.

“Cari alunni, desidero ringraziare prima di tutto voi, che vi siete impegnati e che ancora una volta avete cercato di mostrarci il mondo che vi circonda dal vostro punto di vista, soprattutto in un anno come questo, pieno di incertezze. Grazie anche ai mentori, per aver trasmesso l’amore per la scrittura agli alunni, consentendo loro di sentirsi orgogliosi di partecipare al concorso. Vi auguro di continuare a coltivare con successo la passione per la parola scritta e che non vi manchi mai l’ispirazione”, ha concluso il sindaco Loris Peršurić.

Data l’attuale situazione epidemiologica, la raccolta PoZiCa di quest’anno è stata presentata sulla pagina Facebook della Biblioteca civica di Parenzo e sul suo sito web www.knjiznicaporec.hr.

Facebook Commenti