Istria. Mercato del lavoro: il trend è positivo

Il numero di coloro che sono in cerca di un impiego su base annua è diminuito del 39,2 per cento

0
Istria. Mercato del lavoro: il trend è positivo

Sono complessivamente positivi i dati del mercato del lavoro in Istria a febbraio. La rilevazione mensile dell’Istituto nazionale per l’impiego registra una tendenza in recupero rispetto al mese precedente e in netto recupero rispetto allo stesso mese del 2021. A febbraio, infatti, il numero complessivo dei disoccupati registrati dai sette centri per l’impiago sparsi sul territorio istriano è stato di 4.051, un centinato in meno (101 per essere precisi) rispetto al mese precedente. Su base annua, il numero dei senza lavoro ha subito, invece, una sorprendente flessione del 39,2 per cento.

Pinguente la meno… disoccupata

Tornando ai dati odierni, l’Istituto nazionale per l’impiego informa che il 49 per cento dei 4.051 istriani disoccupati è rappresentato dagli uomini (1.913). Le istriane in cerca di un lavoro (2.139) rappresentano invece, il 51 per cento del totale dei disoccupati. L’Istituto comunica poi che rispetto ai mesi scorsi poco o nulla è cambiato rispetto all’area di residenza degli istriani in cerca di un’occupazione. Così, a Pola o in una delle località vicine risiede quasi la metà dei disoccupati (1.970) registrati in Istria. Naturalmente, il dato non sorprende, visto che il Polese è l’area più densamente popolata della penisola. Rispetto ai mesi precedenti nulla è cambiato nemmeno per quanto riguarda l’area dell’Istria con la più bassa concentrazione di disoccupati residenti, che continua a essere il Pinguentino, il cui centro locale per l’impiego conta al momento 41 senza lavoro. Nel mezzo, tra il Polese e il Pinguentino troviamo l’Albonese con 399 disoccupati, il Pisinese con 281 senza lavoro, il Parentino con 567 persone in cerca di un’occupazione e, infine, il Rovignese e l’Umaghese che, rispettivamente, contano 409 e 385 disoccupati residenti.

Le fasce più colpite

Come per ogni mese, anche per febbraio, l’Istituto nazionale per l’impiego ha fornito un’ampia panoramica sulla disoccupazione per fasce d’età. La più colpita dal fenomeno della disoccupazione è quella tra i 54 e i 59 anni, che conta ben 613 senza lavoro. La fascia meno colpita, con “soli” 89 disoccupati registrati è quella tra i 15 e i 19 anni seguita da quella tra i 24 e i 29 anni (306) e dagli over 60 (373). Tutte le altre fasce d’età contano tra i 414 e i 472 disoccupati. Per quanto riguarda, invece, il titolo di studio delle persone in cerca di un lavoro, l’Ente nazionale informa che dei complessivi 4.051 disoccupati 124 non hanno alcun titolo e che altri 745 hanno ultimato le scuole dell’obbligo. I disoccupati in possesso di un titolo di scuola media superiore della durata di tre anni sono 1.239. Quelli che hanno, invece, ultimato la scuola media superiore della durata di 4 anni sono 1.317. Infine, i baccalaureati, i laureati e i possessori di altri titolo di studio superiori in cerca di un lavoro sono 627.

Disponbili 2.204 posti

Infine, nel rapporto mensile sull’andamento della disoccupazione in Istria, i responsabili dell’Istituto per il collocamento segnalano la disponibilità di 2.204 posti di lavoro. Per maggiori informazioni, gli interessati sono invitati a consultare il sito web dedicato https://burzarada.hzz.hr/.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

L’utente, previa registrazione, avrà la possibilità di commentare i contenuti proposti sul sito dell’Editore, ma dovrà farlo usando un linguaggio rispettoso della persona e del diritto alla diversa opinione, evitando espressioni offensive e ingiuriose, affinché la comunicazione sia, in quanto a contenuto e forma, civile.

No posts to display