Istria. Ivan Jakovčić ubriaco al volante: multa e patente ritirata

Ivan Jakovčić a passeggio per Rovigno con il suo cane Djidi

Guida ubriaco, la Polstrada gli misura 1,61 di g/l di alcol nel sangue e gli ritira la patente. Una notizia che possiamo leggere quasi quotidianamente nei bollettini emessi dalla varie Questure e che ormai non desta più scalpore. Ma questa volta il protagonista principale della vicenda, verificatasi pochi giorni fa a Rovigno e resa nota dal quotidiano polese Glas Istre, è un famoso personaggio. Stiamo parlando di Ivan Nino Jakovčić, ex preisdente della Dieta democratica istriana (Ddi), ex presidente della Regione istriana, ex ministro ed ex europarlamentare, che ha ammesso l’incidente.
“Io sono un semplice istriano che ama la malvasia e il terran”, ha detto al quotidiano polese. “Stavo rientrando a Rovigno da una festa privata e ho sbagliato a guidare in stato d’ebbrezza. Quando la polizia mi ha fermato ho ammesso subito l’errore. Il giorno dopo ho subito pagato la multa e ora sono appiedato”. Va ricordato che in base al Codice della strada il conducente a cui vengono misurati più di 1,5 di g/l di alcol nel sangue sarà multato da 10.000 a 20.000 kune, mentre la patente gli verrà ritirata per un determinato numero di mesi.
Ivan Jakovčić oggi vive una vita apparentemente ritirata nel suo fortino di San Giorgio, piccolo villaggio a pochi chilometri da Grisignana, nell’Istria nord-occidentale, dove si occupa di agricoltura e viticoltura.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.