Istria. Bici elettriche nel mirino dei ladri

Una bici elettrica. Foto Milan Sabic/PIXSELL

Le biciclette sono da sempre preferite dai ladri. Negli ultimi anni, con l’evoluzione delle dueruote, vengono particolarmente prese di mira quelle elettriche, che sono molto costose e a quanto pare molto “ricercate” sul mercato nero. E se la richiesta “preme”, allora i ladri si danno da fare, tanto che negli ultimi giorni in Istria ne sono state rubate ben sette. Il primo furto risale al 27 giugno, quando in un campeggio a Salvore i soliti ignoti hanno rubato due bici elettriche di marca Ghost, proprietà di una 38.enne tedesca, che ha lamentato danni per diverse decine di migliaia di kune. La notte seguente, nell’insediamento turistico di Carigador, è sparita una bici Kellys Estima, del valore di alcune migliaia di kune, che la sua proprietaria, una 49.enne polacca, aveva lasciato davanti al camper. Nella notte tra il 29 e il 30 giugno in un campeggio a Torre sono inoltre sparite due RSM Funbike, mentre mercoledì scorso a Porto Cervera una KTM e una Evo. In quest’ultimi due casi le bici erano legate, mentre a farne le spese sono stati rispettivamente un 54.enne tedesco e un 70.enne austriaco, che a loro volta hanno lamentato danni per alcune decine di migliaia di kune. La Polizia indaga per risalire agli autori dei reati e, ovviamente, alle biciclette. Vanno da sé le raccomandazioni delle forze dell’ordine a non lasciare le dueruote incustodite, soprattutto se costose.

Facebook Commenti